CHIUDI
CHIUDI

02.12.2019

Mostra itinerante E la città rimane «senza parole»

L’istituto Sraffa di via Comboni
L’istituto Sraffa di via Comboni

All’istituto Sraffa di via Comboni è stata inaugurata una mostra, aperta fino a maggio, dal titolo «Senza parole». Si tratta di libri e corti silenti ispirati ai valori di Ibby Italia e alla campagna di cooperazione internazionale «Libri senza parole. Da Lampedusa e ritorno». L’ESPOSIZIONE È organizzata dal sistema bibliotecario Brescia Est, dalla «Rete Lib(e)ri e libri» con Avisco, e dalla biblioteca di San Zeno in nome della bibliotecaria Silvia Agnelli. Dal febbraio 2018 è circolata fra le biblioteche del Sistema bibliotecario Brescia Est e ora continua a disposizione di tutte le classi delle scuole aderenti alla Rete delle biblioteche scolastiche «Lib(e)ri e Libri» : Istituto Sraffa, Istituti Comprensivi Centro 1, Centro 2, Centro 3, Nord 1, Est 1, Est 3, Sud 2, Sud 3, Ovest 2. I materiali della mostra e il catalogo, curato ed edito dalla Cooperativa culturale Giannino Stoppani di Bologna, sono disponibili all’indirizzo: https://opac.provincia.brescia.it/library/sistema-brescia-est/senza-parole-immagini-per-infinite-storie-2. Sono proposte visite guidate alle classi, dall’infanzia alla secondaria di secondo grado. La guida, un’insegnante, una volontaria o una bibliotecaria appositamente formata, accoglierà il gruppo e contestualizzerà a seconda del livello scolastico.Un breve filmato introduttivo offrirà l’occasione per spiegare i contenuti e gli obietivi e i visitatori saranno informati sullo speciale progetto di una biblioteca sull’isola di Lampedusa realizzato dall’associazione. Verranno proposte letture, contributi di esperti e conversazioni ad hoc. Al termine della visita e nella propria scuola sarà possibile approfondire e rielaborare l’esperienza tramite laboratori attivi e grazie ai materiali forniti. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Magda Biglia
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1