CHIUDI
CHIUDI

10.12.2019

«Nella sfida ambientale l’Ateneo ha il suo ruolo»

Il tavolo dei relatori in Università
Il tavolo dei relatori in Università

La sostenibilità ambientale è stata filo conduttore delle lectio magistralis per l’inaugurazione dell’anno accademico. Sul profilo economico si è soffermato Antonio Tencati, ordinario di Economia e Gestione delle Imprese al Dipartimento di Economia e Management, ricordando che dopo la crisi del 2008 e il fallimento del modello di massimizzazione ad ogni costo del profitto, il nuovo paradigma è quello della co-creazione di valore. «La sfida della sostenibilità richiede di lavorare insieme – spiega -. Non si raggiunge con azioni isolate, ma implica una fortissima coesione sociale e fiducia». L’Università, in questa prospettiva, potrà giocare un ruolo importante come «catalizzatore» di modelli avanzati dal punto di vista sociale, per integrare i tre attori della partita, ovvero soggetti pubblici, imprese e società civile. Antonio Navarra, presidente del Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici, si è focalizzato più nello specifico sulla sfida della scienza del clima, ricordando l’imperativo uscito dalla conferenza di Parigi per contenere l’aumento del riscaldamento globale sotto i 2 gradi. «Purtroppo tra l’immissione di anidride carbonica in atmosfera e il momento in cui l’inquinante esaurisce l’effetto di riscaldamento passano 20 anni, un tempo molto lungo che ci pone già in ritardo – sottolinea l’esperto -. Per questo gli impegni di Parigi non bastano, e vanno rafforzati». LA BUONA notizia è che il prodotto lordo mondiale continua a crescere, ma le emissioni crescono proporzionalmente di meno, segno di una maggiore attenzione alla sostenibilità. «Un dato importante, ma non sufficiente, perché le emissioni sono comunque in crescita», rileva Navarra. Come uscirne? Con un mix di strategie di mitigazione e di adattamento, e un processo di convergenza tra le diverse discipline: «Fisici, matematici, economisti, sociologi, analisti possono, insieme, fornire le risposte che la società ci chiede. La tecnologia ci ha cacciato in quest’angolo, con la tecnologia e la scienza ne usciremo». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LI.CE.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1