CHIUDI
CHIUDI

28.11.2020 Tags: Brescia

Pandemia in frenata Brescia da domani sarà zona arancione

La desolazione di piazza della Loggia con i tavolini vuoti per Covid
La desolazione di piazza della Loggia con i tavolini vuoti per Covid

La Lombardia e anche il bresciano da domani tornano in zona arancione. Ad annunciarlo è stato il Governatore Attilio Fontana che ha avvisato anche il sindaco di Brescia, Emilio Del Bono, insieme ai colleghi della regione. «Grazie ai sacrifici dei lombardi, apprezzati i dati epidemiologici, ora siamo in zona arancione e potremo riaprire gli esercizi commerciali - ha rimarcato Fontana -. La zona arancione viene dichiarata e nelle prossime ore l'ordinanza verrà pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale ed entra in vigore da domenica». Con la Lombardia zona arancione da domenica cambia che i negozi verranno riaperti, che la scuola media verrà svolta in presenza, che all'interno del comune si potrà circolare liberamente senza portare l'autocertificazione con sé. «In una situazione in cui il virus c'è ed è ancora pericoloso, dobbiamo ribadire ed insistere perché quei comportamenti attenti e rispettosi delle regole devono essere ancora mantenuti - ha tenuto a precisare il Governatore -. Bisogna far capire a cittadini che non è iniziata la stagione del liberi tutti. È una notizia molto positiva dobbiamo consolidarla e fare ancora passi avanti. Bisogna dire innanzitutto grazie ai lombardi, perché se ciò si è ottenuto è grazie al rispetto delle norme». Soddisfatto Del Bono che con i colleghi sindaci da settimane aveva spinto perchè il Governo tornasse sui suoi pasi cancellando la zona rossa da Brescia. «Il presidente Fontana mi ha comunicato che il ministro Speranza ha dato il via all’ordinanza che classifica la Lombardia "zona arancione". Dovrebbe essere pubblicata con decorrenza domani - ha confermato Del Bono -. Era nei dati oggettivi dell'andamento epidemiologico». Come dire che Brescia, analizzando i contagi, era da zona arancione già da settimane. Adesso le tempistiche per sperare nel passaggio alla zona gialla prima di Natale dipenderanno da un nuovo provvedimento del Governo che potrebbe arrivare entro il 9 dicembre. Sebbene la situazione sia in miglioramento, non è assolutamente possibile abbassare la guardia in un momento in cui la situazione risulta ancora molto delicata: la zona arancione evidenzia infatti una gravità elevata. Alcune cose, comunque, cambieranno, a partire dalla riapertura di tutti i negozi, senza limitazioni (ma nel rispetto del distanziamento sociale, con scaglionamento degli ingressi e la sanificazione dei locali). Rimane invece attivo lo stop delle attività all’interno dei centri commerciali nel fine settimana, ad eccezione delle farmacie e parafarmacie, dei presidi sanitari, dei punti vendita di generi alimentari, dei tabacchi e delle edicole. Non cambiano neanche le regole per bar e ristoranti, per i quali è consentito l’asporto e la consegna a domicilio. NOVITÀ ANCHE per le scuole, in quanto riaprono seconda e terza media, mentre rimane a distanza la didattica per le superiori. Per quanto riguarda gli spostamenti personali, l’allentamento è davvero lieve: rimane il divieto di uscire dal proprio Comune di residenza, mentre all’interno del proprio comune ci si può muovere dalle 5 alle 22 senza autocertificazione. Dalle 22 alle 5 scatta il coprifuoco. Resta il divieto per gli sport di contatto, mentre ci si può allenare all’aperto in maniera individuale. E’ invece consentito frequentare i centri e i circoli sportivi, pubblici e privati, del proprio Comune o dei Comuni in cui si trovano, ma solo per attività sportiva all’aperto. • Giuseppe.spatola@bresciaoggi.it

Giuseppe Spatola
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1