CHIUDI
CHIUDI

09.04.2020 Tags: Brescia

Parte la consegna
di 321mila
mascherine

Parte la consegna di 321mila mascherine
Parte la consegna di 321mila mascherine

Silvana Salvadori Gli ultimi Comuni in provincia le riceveranno entro le 12 di oggi, per la città ci vorrà un po’ di più. In poco più di 48 ore la macchina organizzativa della Protezione Civile a Brescia ha ricevuto, smistato e consegnato le 321mila mascherine chirurgiche provenienti da Regione Lombardia insieme a 58mila guanti, sempre di fornitura regionale. Dalla punta della provincia fino alla Bassa, ogni sindaco ha ricevuto il proprio pacco di dispositivi di protezione individuale da far arrivare, a sua volta, ai propri concittadini. «In provincia di Brescia abbiamo una popolazione di quasi 1,3 milioni di abitanti, avendo a disposizione quel quantitativo di mascherine, si è deciso di fare una proporzione in base ai residenti in ogni Comune» ha spiegato Antonio Bazzani, consigliere provinciale con delega alla Protezione Civile. «Ad ogni Comune stiamo distribuendo più o meno le mascherine necessarie a rifornire il 25 percento della popolazione. Ricordiamo, però, che questa non è la prima distribuzione di Dpi che facciamo. In totale, a oggi abbiamo consegnato su tutto il territorio provinciale quasi seicentomila mascherine chirurgiche». Attraverso i volontari, guanti e mascherine pagati da Regione stanno arrivando, fra ieri e oggi, nelle mani dei sindaci. «Ai primi cittadini è lasciata la scelta su come far arrivare i dispositivi alla propria popolazione – prosegue Bazzani –. Si era parlato di distribuirli attraverso la rete commerciale, ma ad esempio nei Comuni di montagna è più difficile, quindi ogni sindaco si regolerà come crede». IN CITTÀ ne sono arrivate 50.200. Ma il Comune è riuscito a raddoppiare la quantità di dispositivi da distribuire ai cittadini residenti: altre diecimila sono dono della Comunità cinese, e altrettante arrivano dall’Ordine dei Medici. Infine, una scorta di trentamila unità è frutto della raccolta fondi AiuTIAMO Brescia. Un totale di centomila mascherine in distribuzione da oggi. Priorità a chi è in isolamento obbligatorio o fiduciario: verranno così assegnate sette mascherine per ogni componente di un nucleo familiare nel quale ci sia una persona in isolamento. Si tratta di 956 nuclei familiari, per un totale di 3.315 persone: sarà consegnato a domicilio un totale di 23.205 mascherine. Alle persone in isolamento obbligatorio o fiduciario che vivono sole, 171 in totale, saranno consegnate tre mascherine per un totale di 513. «Abbiamo dovuto ragionare su come consegnare questi dispositivi a persone malate. Per fortuna, l’azienda ID Point Brescia di Lonato del Garda ha messo a disposizione gratuitamente una macchina imbustatrice che consente di impacchettare le mascherine da distribuire, così abbiamo già preparato il quantitativo per ogni indirizzo» ha spiegato l’assessore con delega alla Protezione Civile Valter Muchetti. Alle strutture che gestiscono i dormitori andranno quattromila mascherine. Ai Consigli di Quartiere ne saranno assegnate 33mila, circa 2.500 per quartiere. Alla consegna provvederanno i singoli Consigli che potranno individuare i destinatari per la distribuzione. I Punti Comunità riceveranno altre 15mila mascherine. Infine, altre 25mila saranno suddivise tra le associazioni che si occupano di anziani e disabili e tra i sindacati dei pensionati. Le rimanenti resteranno a disposizione per urgenze. «Servono più mascherine, ma il materiale pian piano sta arrivando anche nelle farmacie. Non abbassiamo la guardia proprio ora» ha concluso Muchetti. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1