CHIUDI
CHIUDI

26.10.2020 Tags: Brescia

«Piangersi addosso? Molto meglio darsi da fare»

Andrea Fragalà Trematerra
Andrea Fragalà Trematerra

Per il ventottenne bresciano Andrea Fragalà Trematerra il governo e la regione stanno facendo un buon lavoro per quanto riguarda la gestione dell’emergenza Covid. Anzi, il giovane operaio si spinge più in là: «È giusto mettere un po’ di pressione sui ragazzi soprattutto quando non capiscono l’importanza delle regole anti-contagio». Poi aggiunge: «La pressione però da sola non basta, servono le forze dell’ordine che vadano in giro a controllare che vengano rispettate tutte le regole. In questo senso i poteri dei sindaci e della polizia non sono sufficienti ad arginare chi non rispetta le norme». «Alcuni si lamentano della mascherina, altri dicono addirittura che faccia male alla salute. La verità è che un’amica di mia madre e morta per colpa di questa malattia ed un collega di mio padre è stato per parecchie settimane in terapia intensiva prima di uscirne sano e salvo. Quindi chi dice che la mascherina non serve a nulla è perché forse non ha subito i lutti e gli effetti più devastanti del Covid», aggiunge Andrea; che poi chiude: «A quelli della mia generazione che si lamentano del futuro dico: il modo post-pandemia sarà molto più competitivo, quindi imparate quanto più è possibile ora in modo da non farvi cogliere impreparati quando tutto questo finirà. Finiamola di piangerci addosso e diamoci da fare». •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1