CHIUDI
CHIUDI

19.05.2019

Pioggia sulla notte bianca Non c’è il bagno di folla

Alla Pallata musica dal vivo per «scaldare» la serata
Alla Pallata musica dal vivo per «scaldare» la serata

Si spengono i riflettori sulla 1000 Miglia e si accendono le luci su Brescia: la nuova edizione della notte bianca nel segno delle auto d’epoca ha raccolto attorno a sé tanti curiosi, anche se purtroppo molti di meno rispetto alle previsioni. Colpa di una incessante pioggia che ha concesso una breve tregua, di poco più di un’ora, solo verso le 20.30. Un brutto tempo che, però, non ha scoraggiato tutti. D’altronde non poteva essere altrimenti: l’adrenalina generata dal rombo dei motori d’antan, l’emozione di ammirare «opere d’arte» quasi in via d’estinzione accompagnate da concerti, spettacoli, mostre non potevano che suscitare allegria e curiosità. I NUMEROSI TURISTI e cittadini e la stupenda cornice storica di Brescia hanno fatto il resto. Perché si sa, la perfezione non è di questo mondo e gli inconvenienti capitano, specie se imprevedibili e incontrollabili. Ma, dopotutto, è tradizione: non c’è 1000 Miglia senza un po’ di pioggia. Un brutto tempo che ha costretto chi non ha voluto mancare all’appuntamento a trascorrere gran parte della serata all’interno di un locale. Un via vai di persone coperte dall’ombrello e temperature non particolarmente miti hanno trasformato la festa di metà maggio in una serata quasi invernale. Ma, in fin dei conti, «the show must go on» e la «Mille Miglia 2019 The Night», la notte bianca della gara automobilistica più bella del mondo, è proseguita nonostante qualche intoppo e variazione di programma. Qualche evento cancellato ancor prima di iniziare, qualcuno sospeso in corso d’opera, altri avanti come da copione. Perché il programma per questa notte di festa era davvero ampio: palchi in giro per la città con musica jazz, blues e pop, artisti di strada e offerte nei musei fino a tarda serata (l’evento a Palazzo Martinengo, con aperitivo e musica, per accompagnare la visita alla mostra «Gli animali nell’arte dal Rinascimento a Ceruti» è stata annullato causa maltempo). Una festa culminata con il concerto in piazza Loggia della star anglo-italiana Jack Savoretti, a Brescia per presentare il suo nuovo album «Singing to the stragers», già in tour per l’Europa. E INSIEME ai tanti eventi anche l’intraprendenza di molti commercianti: negozi aperti fino a tardi, musica dal vivo con barbecue e salamine in molti bar hanno allietato la serata di numerosi avventori. Un’unica lamentela è risuonata dalle bocche di tanti: la scarsa presenza di auto d’epoca in città. © RIPRODUZIONE RISERVATA

M.GIA.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1