CHIUDI
CHIUDI

08.12.2019

«Prevenzione, l’aggancio precoce è fondamentale»

Lo Smi «Acrobati» a Concesio
Lo Smi «Acrobati» a Concesio

«Gli Smi non sono lazzaretti, questi sono posti vivi in cui ci si cura, qui le persone vogliono sentirti e starti vicino, e siamo aperti anche al contesto della famiglia». La direttrice sanitaria del Servizio multidisciplinare integrato «Gli Acrobati» di Concesio, Elena Tamussi, è categorica nel voler allontanare lo stigma che ancora aleggia intorno ai luoghi in cui si curano le dipendenze. Lo Smi degli Acrobati è uno dei cinque centri accreditati della provincia. Anche qui, come in tutti gli Smi, l’assistenza è totalmente a carico della Regione. Oltre alla terapia classica di supporto e sostegno a chi è dipendente da sostanze, allo Smi di Concesio si punta molto sulla prevenzione: «Siamo stati ente capofila del progetto “Sp510” che ha portato i nostri operatori fuori dai luoghi di incontro dei più giovani, come ad esempio le discoteche. Qui i ragazzi si sono lasciati avvicinare, hanno trovato qualcuno che non li ha giudicati ma a cui anzi potevano porre domande. Sono molto curiosi e molto poco preparati sulle sostanze stupefacenti» racconta Elena Tamussi che è anche psichiatra. Conoscono poco la materia, ma non si fanno scrupolo ad utilizzarla: «Fanno tanto uso di ketamina, di cui si parla poco, e anche di crack, ma non disdegnano nemmeno coca ed eroina. Il punto, però, è l’aggancio precoce a cui dobbiamo arrivare: noi operatori dobbiamo porci come figure non giudicanti che lavorano per loro e delle quali possono fidarsi. Lo stesso deve valere per le loro famiglie. Devono capire di essere nel posto giusto e che ne vale la pena» spiega la direttrice. AGLI ACROBATI ci credono talmente tanto da lavorare gratis almeno due mesi ogni anno: «Quasi sempre terminiamo il budget della Regione due mesi prima della fine dell’anno, e in quelle settimane si lavora gratis. Abbiamo deciso di investire sulla professionalità, è un aspetto su cui puntiamo molto».

Silvana Salvadori
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1