CHIUDI
CHIUDI

20.06.2019

Sì, piazza Arnaldo
è solo per i pedoni
«E non finisce qui»

Piazza Arnaldo, considerata la chiusura del week-end, di fatto già da domani sarà interdetta al transito dei veicoli
Piazza Arnaldo, considerata la chiusura del week-end, di fatto già da domani sarà interdetta al transito dei veicoli

La Giunta ha accelerato i tempi. Ha fatto prima possibile: piazzale Arnaldo lo chiude subito. Ufficialmente lunedì - ma è già chiuso nel weekend, come da due anni a questa parte. Diversamente da prima, però, lunedì le fioriere resteranno dove sono: a bloccare gli ingressi del piazzale. E ci resteranno per sempre, a meno che la Loggia non valuti in futuro un errore la totale consegna ai pedoni. Le pedonalizzazioni sono nel programma del sindaco, e piazzale Arnaldo era nel mirino, dopo piazza Loggia, Paolo VI, corso Zanardelli. Scelte iniziate da Paroli, ma che con Del Bono sono diventate strategia urbana. «Il lavoro non finisce qui», ha detto l’assessore Valter Muchetti, cui ha fatto eco Del Bono. C’è già un prossimo tassello: via Dieci Giornate. Che infatti - ha spiegato il sindaco - è in mezzo a piazze tutte pedonalizzate ed è naturale che prima o poi sia pedonalizzata pur’essa. Così da chiudere il cerchio attorno al cuore di Brescia. Il senso di dire che il lavoro non è finito riguarda anche lo stesso piazzale della movida, quello dedicato al monaco eretico. Del Bono infatti, confermando il progetto viabilistico di chiusura illustrato nei giorni scorsi da Bresciaoggi, non ha escluso che il secondo step sia un rifacimento della pavimentazione. Insomma, per ora l’aiuola centrale resta, ma visto che non ci sarà più transito veicolare - fatti salvi i mezzi di soccorso - si potrebbe togliere, pavimentando con una pietra più nobile dell’asfalto. La piazza allora riprenderebbe l’aspetto che aveva nel settecento. «Ma per questo c’è tempo per pensarci», ha detto il sindaco. Il piano delle pedonalizzazioni è nel programma di mandato di Del Bono. Quindi nessuna sorpresa che si chiuda «Arnaldo», era un obiettivo. Del resto - ha notato il sindaco - è tra le pedonalizzazioni più logiche: «La circumnavigazione della piazza aveva senso solo per chi voleva esibire la cilindrata della propria auto». Secondo la Giunta porterà benefici anche agli esercizi pubblici, sicuramente porterà più posti a sedere. Con l’avanzamento dei plateatici dal marciapiede alla strada, soprattutto i bar del Mercato dei Grani aumenteranno i tavoli all’aperto. Bar ai quali sindaco e assessori ricordano il rispetto delle regole, in fatto di plateatici e orario di stop della musica.

 

VIABILITÀ e circolazione, dunque, cambiano. Lo schema è quello pubblicato domenica l’altra e ripubblicato qui accanto. E ieri illustrato dall’assessore Federico Manzoni: le auto da corso Magenta dovranno prendere vicolo dell’Ortaglia, a meno di non girare in via Callegari che da lunedì cambia senso: da nord a sud. Sempre da lunedì sarà consentito alla fine di vicolo dell’Ortaglia svoltare a sinistra. Altra variazione entra in vigore in piazza Tebaldo Brusato: lì sarà permesso, dopo essere passati da via Orientale, infilarsi direttamente in vicolo dell’Aria, a patto di essere residenti del centro storico, perchè quel percorso servirà per raggiungere via Tosio e quel paio di passi carrabili di piazzale Arnaldo. Il portale Ztl verrà posizionato all’inizio del vicolo dell’Aria.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Eugenio Barboglio
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1