CHIUDI
CHIUDI

18.10.2020 Tags: Brescia

Scuola e trasporti: ora qualcuno decida

La quinta settimana di scuola è alle spalle. Con fatica, i ragazzi e i professori si sono adattati alle nuove modalità, tra didattica a distanza, ingressi alternati, mascherine e gel. Ma ancora il nodo dei trasporti tiene banco, soprattutto alla luce della recente impennata dei contagi: possibile che questo nodo non sia stato ancora sciolto? Ok, organizzare i trasporti in maniera più «ampia», con un maggior numero di corse, scendendo sotto la fatidica soglia dell’80% è costoso: ma se non si pensa tra le primissime cose a impiegare le risorse economiche in questa direzione, si finisce fuori strada. Perché il problema degli ammassamenti non è stato ancora risolto, e si doveva pensarci prima; mentre il coordinamento treno-pullman ancora una volta dimostra gravi falle nel sistema. A Brescia è da aprile che si lavora su diversi tavoli: adesso non si sprechi tutto quello che di buono è stato fatto.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1