CHIUDI
CHIUDI

30.11.2020 Tags: Brescia

Situazione sotto controllo tra ricoveri e vaccinazioni

Gli esterni dell’ospedale di Esine
Gli esterni dell’ospedale di Esine

L’indice Rt (che misura il rischio di trasmissibilità del virus Covid) in Valcamonica si mantiene attorno allo 0,95 e anche i dati che l’Asst comunica quasi quotidianamente sono all’insegna di un moderato ottimismo. La scorsa settimana i posti letto disponibili per pazienti Covid acuti all’ospedale di Esine erano 60 (58 lo scorso 20 novembre) e l’Azienda aveva aumentato da 4 a 9 quelli per i sub acuti. Assodato che il nosocomio di Edolo resta destinato ad utenti non-Covid, tornando ad Esine si deve annotare che risultano ricoverati 4 pazienti sub acuti e 47 per patologia Covid-19 (49 il 20 novembre). A questi si aggiungono 10 pazienti in terapia intensiva (erano 9); a partire dallo scorso 1° ottobre sono stati dimessi 29 pazienti dai reparti di degenza e 72 dal Pronto Soccorso (al 20 Novembre erano rispettivamente 22 dai reparti e 64 dal Pronto Soccorso ). A fronte di 55 accessi al Pronto Soccorso 7 pazienti sono stati ricoverati, dei quali 2 per patologia Covid-19 (al 20 novembre erano stati 60 gli accessi, con 17 ricoveri, dei quali 4 per Covid-19). Attualmente l’ Asst Valle Camonica è impegnata sul fronte delle vaccinazioni in 5 sedi: la sala civica «Luciano Chiesa» a Edolo, in via Nissolina a Breno nella sede Asst, a Esine nella palazzina a fianco del Centro Psico Sociale, a Darfo in via Cercovi e a Pisogne al Centro Giovanile di via Isonni . A SOSTEGNO degli operatori impegnati nelle sedi vaccinali sono scesi in campo i volontari della Protezione Civile: grazie all’accordo di collaborazione fra il dg dell’Asst Maurizio Galavotti e l’assessore Massimo Maugeri, è stata garantita la loro presenza, sotto il coordinamento del G.I.Co.M. della Comunità Montana (il gruppo di Protezione Civile) e il supporto dei sindaci. I volontari sono incaricati del controllo logistico degli accessi e dei flussi in entrata ed in uscita dai locali. Il dottor Galavotti sottolinea che «è un contributo particolarmente significativo, espressione della stretta sinergia con il territorio e con gli enti comprensoriali, per il quale va il più caloroso plauso e ringraziamento da parte dell’azienda».

Luciano Ranzanici
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1