CHIUDI
CHIUDI

09.04.2020 Tags: Brescia

Sorvegliati speciali
15 viadotti: «La
sicurezza passa
dai fondi»

Il crollo del ponte sul fiume Magra non ha provocato morti
Il crollo del ponte sul fiume Magra non ha provocato morti

Cinzia Reboni «Otto anni fa ero proprio lì, ad Aulla, dove è collassato il ponte sul torrente Magra. Avevamo fatto una raccolta fondi per la ricostruzione, dopo che il fiume era esondato, provocando danni ingentissimi. Quando ho visto le foto del crollo, non credevo ai miei occhi». Antonio Bazzani a quel tempo era sindaco di Bovezzo e guidava la delegazione che aveva portato ad Aulla il ricavato di una donazione promossa nel Bresciano. Nell’ottobre del 2011, nel giro di poche ore, era caduto più di mezzo metro di pioggia, ed in brevissimo tempo i principali corsi d’acqua ed i loro affluenti erano diventati incontrollabili, trascinando a valle ogni sorta di detrito. «Ricordo ancora lo stupore quando avevo visto quel ponte e, sotto, il fiume in secca. Non mi ero spiegato come, solo pochi mesi prima, avesse potuto accadere quel disastro». IL CROLLO DI IERI fa tornare alla mente anche il ponte Morandi di Genova. «Stavolta la tragedia è stata evitata solo perchè il traffico era limitato a causa delle disposizioni ministeriali per il Covid-19 - sottolinea Bazzani -. Diciamo che un dramma è riuscito a scongiurarne un altro». Una tragedia sfiorata che apre però ancora una volta la riflessione sulla salute dei ponti bresciani. «Compatibilmente con le difficoltà dettate dall’emergenza contingente, procediamo con i progetti già individuati - spiega il consigliere provinciale delegato alla gestione delle strade -. Siamo in attesa di approvare il bilancio provvisorio, ma strade e ponti sono sempre costantemente seguiti e monitorati. Così come procede l’accordo triennale con l’Università di Brescia per la valutazione dei manufatti». PER METTERE in sicurezza tutti i 450 ponti e viadotti bresciani servirebbero centinaia di milioni: solo per gli interventi più urgenti, cantierabili nel 2020 e nel 2021, il conto è di 73. Per questo «i 21 milioni di euro reperiti a fine 2019 grazie allo stanziamento di 250 milioni per i ponti del bacino del fiume Po sono stati una grande boccata di ossigeno - aggiunge Bazzani -. La maggior parte delle risorse, 18 milioni circa, servirà alla realizzazione del nuovo attraversamento sul fiume Oglio a Palazzolo». Poi, a fine febbraio, è arrivato lo stanziamento del Governo: oltre 15 milioni di euro, erogati in cinque anni, che serviranno per ripianare asfalti sgretolati, consolidare ponti ansimanti e sigillare gallerie che fanno acqua. Per l’anno in corso il Broletto potrà usufruire di 916.319,75 euro, mentre nel 2021 lo stanziamento ammonta a 1.679.919,54 euro. Infine, dal 2022 al 2024 tre tranche di 4.199.798,86 euro ciascuna. Complessivamente sono 15 i ponti o viadotti sorvegliati speciali in provincia. «NONOSTANTE l’emergenza coronavirus, la Provincia di Brescia continua a lavorare e a mettere a punto progetti - aggiunge il presidente Samuele Alghisi -. Attendiamo fiduciosi le risorse per aprire i cantieri e far ripartire l’economia». Ma, sottolinea Alghisi, «ricordo che l’Anas riceve dallo Stato finanziamenti anche dieci volte superiori a quelli delle Province per manutenzione e investimenti. Negli ultimi mesi, grazie anche al grande lavoro del ministro Paola De Micheli, il Governo, con le recenti misure finanziarie, sta dando una nuova fiducia alle Province e sta aprendo un proficuo dialogo con gli Enti locali. Ora è necessario far partire un piano di investimenti per quanto concerne la sicurezza di strade e scuole». •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1