CHIUDI
CHIUDI

28.11.2020 Tags: Brescia

«Sostenibilità, ecco la chiave per l’economia del futuro»

Una veduta dall’alto della città. Con «Futura Digital Time» tre giorni  sulla sostenibilità
Una veduta dall’alto della città. Con «Futura Digital Time» tre giorni sulla sostenibilità

Il futuro è adesso e Brescia non vuole farsi trovare impreparata. Con «Futura digital time», convention digitale organizzata da Pro Brixia (azienda speciale della Camera di commercio) con il coinvolgimento di Confindustria Brescia, Fondazione Una e Coldiretti, la provincia si lancia nello sviluppo economico dei prossimi anni, che dovrà forzatamente seguire la via della sostenibilità. L’appuntamento è partito ieri, con focus sul ruolo della bioenergy per il cambiamento climatico, sulla manifattura sostenibile, sulle nuove vie per ridurre le emissioni nel settore dei trasporti e sul contributo dell’edilizia per una pianificazione urbana sostenibile, con interventi di esperti del settore che hanno indicato le opportunità di una svolta «green» per le aziende. «Queste iniziative sono pensate per aiutare le imprese del territorio nella transizione verso la sostenibilità, un valore non più solo etico ma economico, perché questo approccio strategico sarà il vero fattore competitivo del domani e gli stakeholder giudicheranno l’impresa sulla base della sostenibilità di progetti e prodotti – ha sottolineato Roberto Saccone, leader di Pro Brixia e della Cdc di Brescia -. Ci sono norme e finanziamenti che agevolano le imprese e penalizzano chi non rispetta l’ambiente e anche la finanza sta dedicando grande attenzione alle imprese sostenibili». ANCHE Ettore Prandini, presidente nazionale di Coldiretti, ha rimarcato il vantaggio economico della via «green», che «dovrà diventare una grande opportunità per il Paese. Abbiamo intavolato un confronto diretto con il governo per protrarre gli incentivi per energie rinnovabili e biogas, ma anche per le altre fonti rinnovabili; ma, soprattutto, stiamo creando una relazione tra settori produttivi diversi che guardano alla sostenibilità del territorio in una forma di nuovo equilibrio». La tre giorni di Futura, cominciata ieri, proseguirà fino a domani. Oggi si parlerà di biodiversità nella politica agricola del prossimo futuro, delle consulenze dedicate alle forme alternative di finanziamento delle Pmi che rispondono a criteri green, del ruolo dell’hi-tech nel processo di innovazione delle imprese agricole. Ma stamattina ci sarà spazio anche per la premiazione dei due vincitori della digital race intitolata «La tutela della biodiversità ed il concetto di sostenibilità ambientale nell’attività venatoria moderna», promossa da Fondazione Una a cui hanno partecipato gli studenti dell’Università di Brescia. Dei 15 team in gara, i 4 gruppi finalisti presenteranno i propri progetti a una giuria di esperti: i due vincitori (che si aggiudicheranno un premio da 2500 euro ciascuno) saranno decretati dalla giuria tecnica e dal gradimento sui social network della fondazione. Domani, la convention chiuderà con una giornata dedicata all’agricoltura e ai cambiamenti climatici organizzata da Coldiretti, a cui parteciperà anche il meteorologo Andrea Giuliacci. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Manuel Venturi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1