CHIUDI
CHIUDI

15.12.2019

Sport e disabilità, la Loggia applaude i campioni di Active

Il gruppo di Active premiato a Palazzo Loggia dal consigliere Fabrizio Benzoni: per la squadra è stato un 2019 che si è rivelato davvero ricco di numerosi successi
Il gruppo di Active premiato a Palazzo Loggia dal consigliere Fabrizio Benzoni: per la squadra è stato un 2019 che si è rivelato davvero ricco di numerosi successi

L’eccellenza dello sport bresciano viaggia su due ruote. La disabilità, spesso, è solo uno schema mentale: lo dimostrano gli atleti di «Active sport disabili», una cinquantina di giovani e meno giovani che portano in alto il nome di Brescia nel mondo nelle competizioni di handbike, di tennis e di badminton. Ieri, a Palazzo Loggia, c’è stato il tributo ai successi del 2019, con la consegna di medaglie individuali e di targhe per le squadre vincitrici. A presiedere la cerimonia è stato il consigliere comunale con delega allo Sport, Fabrizio Benzoni. MARCO COLOMBO, presidente di Active, ha parlato di un 2019 molto positivo: uno dei maggiori motivi di orgoglio è il «Progetto Domus» per far avvicinare alcuni disabili seguiti dalla casa di cura allo sport, grazie a cui la squadra si è arricchita di sette nuovi atleti. Ieri sono stati premiati: per l’handbike, la prima è stata Francesca Porcellato, plurimedagliata maglia rosa della decima edizione del Giro d’Italia, vincitrice della maglia gialla all’European handbike circuit e campionessa provinciale e regionale nella categoria Wh3. Dopo di lei, Cristian Giagnoni (vincitore assoluto della decima edizione del Giro d’Italia di handbike nel quale è stato anche maglia rosa, campione provinciale Mh4 e vincitore della Firenze marathon), Omar Rizzato (maglia rosa al Giro e campione provinciale Mh2), Maicon Chagas (maglia bianca come miglior giovane al Giro), Giannino Piazza, vincitore assoluto e maglia gialla all’Ehc Mh1, Angela De Gregorio (terza al Campionato italiano e campionessa regionale Wh2), il campione provinciale e regionale Mh1 Giuseppe Uberti, il campione provinciale Mh3 Mirko Testa, la campionessa provinciale Wh2 Angelica Battagliola, il campione regionale Mh5 Claudio Pietroboni e Simona Canipari, campionessa regionale Wh1. Per il tennis, sono stati premiati Edgar Scalvini, vincitore a Cremona del Master della seconda edizione del Circuito nazionale di tennis in carrozzina, Ivano Boriva e Alberto Saja, vincitori del Doppio quad al Camozzi Open 2019, Antonio Raffaele, primo nel singolare del quad al Camozzi e Nicola Astori, secondo nel doppio misto al Kinder junior trophy. Roberta Faccoli e Marco Colombo sono stati premiati come campioni italiani di doppio misto ai Campionati italiani di parabadminton. Tutti successi possibili anche grazie anche al sostegno degli sponsor, tra cui figurano molte aziende bresciane: «Le carrozzine per l’handbike costano almeno 12 mila euro, quelle per il tennis tra i 4 e i 5 mila. Grazie agli sponsor, ne abbiamo parecchie», ha concluso Colombo. •

Manuel Venturi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1