CHIUDI
CHIUDI

21.02.2020

Svastica indirizzata
alle Ong. Il simbolo
nazista sul cancello

La svastica sulla sede di via Collebeato. Sull’episodio indagano i carabinieri
La svastica sulla sede di via Collebeato. Sull’episodio indagano i carabinieri

Per le dimensioni, avrebbe potuto passare quasi inosservato. Quasi. Ma la svastica è stata disegnata proprio tra i loghi delle associazioni, di chi pensa solo ad aiutare gli altri. E ora se ne stanno occupando i carabinieri dopo la segnalazione alla stazione competente. IL SIMBOLO è stato notato l’altra sera sull’insegna di quella che informalmente viene chiamata sede condivisa delle ong, in via Collebeato a Brescia. Una svastica di dieci centimetri, disegnata con un pennarello nero con ogni probabilità in tutta fretta, prima di un allontanamento per garantire l’impunità. A pochi centimetri dal simbolo nazista ci sono i loghi di fondazione Sipec e di Scaip, Svi, Medicus mundi. L’ha notata una dipendente che ha provveduto immediatamente a segnalarla. Il passo successivo, dopo gli accertamenti delle forze dell’ordine è stato quello di cancellarla. Non solo, è stata collocata all’esterno, nel segno di una risposta dai contenuti opposti al simbolo che ricorda guerre, morti e persecuzioni, una bandiera della pace. Chi si è dedicato al gesto razzista potrebbe però essere individuato in tempi anche piuttosto brevi. Nella zona invece sono collocate delle telecamere e si tratta ora di visionare i filmati per capire se i colpevoli, sulla base di essi sono identificabili. Il volto coperto evidentemente renderebbe tutto più difficile. Certo è che l’apprensione, tra coloro che sono venuti a conoscenza del gesto non è poca. Non solo per ciò che rappresenta una svastica, ma anche per il punto in cui è stata disegnata. Un gesto che si va ad aggiungere ad altri già verificati in provincia di Brescia. Il più clamoroso è stato quello del bar di Rezzato in cui, oltre all’imbrattamento, c’è stato anche il danneggiamento del locale. Le forze dell’ordine stanno indagando, ma non è semplice. La svastica tracciata in via Collebeato, tra l’altro, colpisce anche perché proprio in queste ore il parlamentare bresciano del Pd Alfredo Bazoli ha presentato un’interrogazione a risposta scritta al ministro dell’Interno. Bazoli, tra l’altro chiede: «Quali e quanti sono i gruppi, le associazioni, i movimenti appartenenti alla destra estrema, xenofoba e nazionalista presenti a Brescia e provincia e quanti gli aderenti che si possono stimare?» Quindi, un lungo elenco di fatti a supporto della richiesta. Un elenco a cui da due giorni si aggiunge un nuovo evento su cui si deve far luce. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Mario Pari
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1