CHIUDI
CHIUDI

20.10.2018

Turismo, elicotteri-navetta tra Garda e Iseo

In Broletto è allo studio una rete di collegamento tra le località turistiche con voli-navetta
In Broletto è allo studio una rete di collegamento tra le località turistiche con voli-navetta

In un futuro che in Broletto immaginano prossimo, come oggi ci si muove in automobile per raggiungere il lago di Garda o il Sebino o Polte di Legno, domani ci si potrà muovere in elicottero. Con un grande risparmio di tempo. La Regione Lombardia promuove questo tipo di mobilità sostenibile nell’ambito della propria disciplina dei trasporti, ma non ha ancora nello specifico disciplinato questo servizio aereo-turistico. Che verrebbe svolto da bus-navetta che invece di correre sulle strade volano a qualche centinaio di metri di altezza. IL PROGETTO che risponde a precise richieste del territorio- soprattutto dai laghi - ha mosso il primo passo ufficiale ieri in Consiglio provinciale. L’assemblea ha infatti deliberato la costituzione di un tavolo per fare partire la sperimentazione. Il tavolo oltre alla presenza del Broletto è aperto ad altri soggetti, a cominciare dalle società che si occupano di voli, all’Enac, all’Enav, alla Regione Lombardia, alla Camera di commercio, alle associazioni di categoria (in particolare degli albergatori, oltre all’Aib e a Confartigianato e Confcommercio) e ai comuni interessati. Molte le scelte che dovrà fare il tavolo, a partire dall’individuazione in termini di flotta delle necessità del servizio e delle aree per gli arrivi e le partenze dei velivoli. C’è già una disponibilità che l’ente guidato da Pierluigi Mottinelli ha preso in considerazione, collocata a metà della sponda bresciana del lago di Garda. Una posizione strategica rispetto alla possibilità di coprire le località più turistiche del lago. Il Garda è peraltro la zona dalla quale è emersa più insistentemente l’esigenza di un servizio di aerotrasporto, anche in ragione del fatto che nelle strutture delle località turistiche, da Desenzano a Salò, da Gardone a Sirmione, sono sempre più frequenti clienti-turisti dal portafogli piuttosto gonfio. Del resto si tratterebbe di una tipologia di trasporto non certo per tutte le tasche. Ma con l’indubbia virtù della grande rapidità, offrendo tra l’altro l’opportunità di passare da uno scenario all’altro, come dal lago alla montagna, anche nella stessa giornata. Su questi progetto è già stata sentita la Regione che ha dato il suo benestare. Nella costituzione della rete di trasporto aereo-turistico provinciale, a quanto fanno sapere in Broletto, non vi sono precedenti nelle province italiane. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Eugenio Barboglio
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1