CHIUDI
CHIUDI

02.06.2020 Tags: Brescia

Un cestino take away per il pic nic nella natura

Borgo La Caccia ha inventato il kit da pic nic da consumare in famiglia
Borgo La Caccia ha inventato il kit da pic nic da consumare in famiglia

In un momento in cui l'emergenza Covid ha imposto il distanziamento sociale e regole ferree da seguire per evitare l'aumento dei contagi, la risposta studiata da Borgo La Caccia per tornare alla normalità e godere della natura in sicurezza è stata ribattezzata «Felicità all'aperto». La proposta è tanto semplice quanto innovativa: per chi vuole tornare a correre, sorridere, degustare e mangiare all'aperto rispettando le limitazioni imposte dall'emergenza la cantina Borgo la Caccia anticipa la fase 3 aprendo le proprie porte. Tutto naturalmente in sicurezza organizzando piacevoli pic-nic di famiglia o tra amici. Così dal 6 giugno sarà possibile prenotare per il take away o consumare sul posto tra i giardini della cantina dei gustosi menù studiati in base alle esigenze dei cliente: il base, il deluxe, il veggy e infine il baby dedicato ai piccoli ospiti. Ad accompagnare il cestino già pronto di tutto quello che può servire per il pic nic all'aperto una bottiglia scelta della cantina. Per il servizio sul posto le pietanze saranno inserite in vassoi computabili e verranno fornite posate di metallo con tovaglia in tessuto, bicchieri di vetro e piatti in ceramica. PER IL TAKE AWAY sarà consegnato il cofanetto Borgo la Caccia con piatti, posate e bicchieri in materiale biodegradabile. I punti di ritiro saranno il wine bar di Borgo la Caccia a Pozzolengo o il Maneggio Borgo la Caccia a Bedizzole. Le famiglie o i gruppi di amici che decideranno di organizzare il pic nic Covid-free potranno decidere di ritirare il tutto e scegliere in autonomia la location più indicata altrimenti rimanere sui prati della tenuta che guarda il lago di Garda e che si estende tra Brescia e Mantova lungo una serie di vigneti e prati. «L’idea - hanno spiegato gli organIzzatori - è quella di riaprire gradualmente le porte dell’azienda e consentire a tutti i godere dei nostri spazi e della natura. Dopo il blocco dei mesi scorsi trascorrere qualche ora all’aria aperta senza preoccupasi delle distanze o avendo paura è un successo che solo con ampi spazi si può garantire. Il pic nic era l’idea più diretta per avere tutto questo e regalare un sorriso alle famiglie che magari non hanno un giardino e per mesi hanno rinunciato a stare all’aperto». © RIPRODUZIONE RISERVATA

GIU.S.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1