CHIUDI
CHIUDI

19.02.2020

«Un tavolo con l’Inps per gli episodi sospetti»

Da sinistra Passalacqua, Nocerino, Prete e Russo FOTOLIVE
Da sinistra Passalacqua, Nocerino, Prete e Russo FOTOLIVE

«Una indagine lunga un anno che ci ha permesso di disarticolare questo gruppo criminale che è stato in grado di guadagnare illecitamente 80 milioni di euro». IL NEO PROCURATORE capo di Brescia, Francesco Prete, è davvero soddisfatto per il risultato raccolto dall'ufficio che coordina da qualche settimana. «Al momento dell'esecuzione delle misure – spiega Prete – siamo riusciti a mettere sotto sequestro altri trentamila euro pronti per essere portati all'estero per essere ripuliti». L’evasione fiscale nel Bresciano non è di certo un fenomeno raro, lo dimostrano le tante inchieste portate a termine dalla Procura (tra gli arrestati c'è chi già in passato ha già avuto a che fare con i magistrati bresciani), quindi l'attenzione resta sempre molto alta. «Le società cartiere non sono una novità – ricorda il procuratore aggiunto, Carlo Nocerino –. Stiamo inoltre assistendo al fenomeno delle false compensazioni che sta prendendo misure epidemiche. I crediti fittizi in questa vicenda venivano creati anche per essere poi messi sul mercato e venduti ad imprenditori che ne avevano bisogno e credevano fossero veri». L'ATTENZIONE è dunque, come detto, sempre alta. «Per monitorare la situazione- spiega Nocerino – Abbiamo creato un tavolo tecnico a cui partecipa anche l'Inps per potere mettere in connessione tra loro le banche dati dei diversi enti che partecipano e potere avere sempre sott'occhio eventuali episodi sospetti». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

PA.CI.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1