CHIUDI
CHIUDI

19.08.2019

Un viaggio assurdo tra lavatrici, mobili piante e vestiti

8 AGOSTO. In via Torino qualcuno aveva senz’altro fretta: di sbarazzarsi di un bel po’ di metallo. Ed ecco il posto giusto dove lasciarlo.9 AGOSTO. Cambio gomme in via Malta: soltanto che qualcosa è rimasto indietro. Il pit-stop insomma ha lasciato qualche «piccolo» residuo.10 AGOSTO. Al Villaggio Ferrari fa bella vista di sè, circondato dagli immancabili sacchetti abbandonati, un simpatico stendibiancheria.11 AGOSTO. Di prima mattina in via Lamberti: anche un bel cestino, assomiglia a quelli per la prima colazione. E infatti il giorno è iniziato da poco.12 AGOSTO. Per completare l’assortimento, un servizio di pentole con la sua bella scatola depositati vicino ai cassonetti in via Palazzoli.13 AGOSTO. La sera prima è stata burrasca. Al mattino in via Milano ecco una bella lavatrice: forse per «lavare via» i ricordi negativi?17 AGOSTO. In via Violino di Sotto i rifiuti sono depositati solo a pochi metri di distanza da un cartello «fototrappola», mentre in via Vallecamonica nel piazzale di un centro commerciale ecco due televisori «old-style».18 AGOSTO. A chiudere, al mattino presto, poco dopo l’alba, in via Val di sole: l’ultima segnalazione di due settimane tra i rifiuti.14 AGOSTO. In via Della Chiesa un paio di materassi, accanto al consueto tappeto di sacchetti. Viene proprio da dire: buona notte...15 AGOSTO. A Ferragosto non faceva caldissimo in città: probabilmente per questo ecco l’abbandono di un ventilatore in Contrada del Carmine.16 AGOSTO. In via Cimabue, all’ombra della torre, sacchetti presenti: prosegue anche a San Polo la cattiva abitudine.6 AGOSTO. Via San Bartolomeo, strada parecchio trafficata: ma qualcuno si è fatto un baffo dei tanti automobilisti che potevano scorgerlo.5 AGOSTO. Casello di Brescia Centro, vicino ad un cassonetto sprovvisto del dispositivo collegato alla tessera e quindi disponibile  per tutti.7 AGOSTO. Via Col di Lana, esposizione di mobilio: il temporale è passato da poco, un altro è in arrivo, ma evidentemente qualcuno ha buon tempo...
8 AGOSTO. In via Torino qualcuno aveva senz’altro fretta: di sbarazzarsi di un bel po’ di metallo. Ed ecco il posto giusto dove lasciarlo.9 AGOSTO. Cambio gomme in via Malta: soltanto che qualcosa è rimasto indietro. Il pit-stop insomma ha lasciato qualche «piccolo» residuo.10 AGOSTO. Al Villaggio Ferrari fa bella vista di sè, circondato dagli immancabili sacchetti abbandonati, un simpatico stendibiancheria.11 AGOSTO. Di prima mattina in via Lamberti: anche un bel cestino, assomiglia a quelli per la prima colazione. E infatti il giorno è iniziato da poco.12 AGOSTO. Per completare l’assortimento, un servizio di pentole con la sua bella scatola depositati vicino ai cassonetti in via Palazzoli.13 AGOSTO. La sera prima è stata burrasca. Al mattino in via Milano ecco una bella lavatrice: forse per «lavare via» i ricordi negativi?17 AGOSTO. In via Violino di Sotto i rifiuti sono depositati solo a pochi metri di distanza da un cartello «fototrappola», mentre in via Vallecamonica nel piazzale di un centro commerciale ecco due televisori «old-style».18 AGOSTO. A chiudere, al mattino presto, poco dopo l’alba, in via Val di sole: l’ultima segnalazione di due settimane tra i rifiuti.14 AGOSTO. In via Della Chiesa un paio di materassi, accanto al consueto tappeto di sacchetti. Viene proprio da dire: buona notte...15 AGOSTO. A Ferragosto non faceva caldissimo in città: probabilmente per questo ecco l’abbandono di un ventilatore in Contrada del Carmine.16 AGOSTO. In via Cimabue, all’ombra della torre, sacchetti presenti: prosegue anche a San Polo la cattiva abitudine.6 AGOSTO. Via San Bartolomeo, strada parecchio trafficata: ma qualcuno si è fatto un baffo dei tanti automobilisti che potevano scorgerlo.5 AGOSTO. Casello di Brescia Centro, vicino ad un cassonetto sprovvisto del dispositivo collegato alla tessera e quindi disponibile per tutti.7 AGOSTO. Via Col di Lana, esposizione di mobilio: il temporale è passato da poco, un altro è in arrivo, ma evidentemente qualcuno ha buon tempo...

Forse c’è sempre stato. E forse ci sarà sempre. Di sicuro adesso c’è: l’abbandono di rifiuti è diffuso in tutta Brescia. E serve al più presto mettere un freno a tutto ciò.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1