CHIUDI
CHIUDI

07.07.2020 Tags: Brescia

Una folla commossa per l’ultimo saluto a Roberta

L’ingresso in chiesa del feretro di Roberta Agosti FOTOLIVE/Filippo Venezia
L’ingresso in chiesa del feretro di Roberta Agosti FOTOLIVE/Filippo Venezia

La parrocchia e il sagrato della chiesa del Buon Pastore ai Comboni di viale Venezia in città si sono presentati stracolmi di gente per rendere l’estremo saluto a Roberta Agosti, scomparsa tragicamente l’altro giorno mentre si stava allenando in bicicletta insieme ad alcuni amici e il compagno Marco Velo. Con largo anticipo sull’arrivo del feretro, centinaia di persone si sono disposte disciplinatamente per assistere ai funerali. Troppo piccoli la chiesa e il sagrato per contenere la marea di familiari, parenti e amici della ciclista 51enne tesserata per il Team Millenium Loda. Tra loro Davide Cassani (coordinatore nazionali azzurre), Ruggero Cazzaniga (presidente settore tecnico nazionale), Dino Salvoldi (Ct donne), gli ex corridori Paolo Zanni, Simone Ponzi e tanti altri, insieme al meccanico degli azzurri Giuseppe Archetti. Nonostante il caldo afoso la gente è rimasta ordinatamente in silenzio per fare sentire la presenza ai familiari, distrutti dal dolore. Durante le esequie hanno fatto quadrato, composti e con grande dignità sono rimasti accanto alla bara dell’amata Roberta, la quale lascia un vuoto incolmabile ai figli Luca e Anna e tutti i familiari, nonché a tutti gli amici che da tempo frequentava in palestra e durante gli allenamenti. Particolarmente struggente il momento in cui la figlia Anna si è abbracciata piangendo con Marco Velo. A tre giorni dalla tragedia di Lonato le persone si interrogano ancora sul crudele destino che si è portata via Roberta Agosti piena di vita come nessuna altra donna al mondo. Davide Cassani ancora non si capacita di quanto è successo: «L’avevo sentita insieme a Marco soltanto pochissimi giorni fa. Ancora non ci credo: è davvero un dramma enorme». Presente sul sagrato anche Edoardo Piovani, team manager del Brescia calcio: «Siamo stati compagni di scuola e non ci siamo mai persi di vista. Quanto accaduto è davvero inverosimile e sono affranto». Ed è questo il sentimento che ha accompagnato le parole di tutti coloro che hanno salutato Roberta per l’ultima volta. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Angiolino Massolini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1