CHIUDI
CHIUDI

15.06.2019

Via Rose, pedoni «out» Strada chiusa un anno

I lavori porteranno alla realizzazione del sottopasso ferroviarioPer i pedoni il passaggio sarà vietato per oltre un anno: ci sarà a disposizione una navettaLe auto non posso transitare in via Rose di Sotto SERVIZIO FOTOLIVE/Alessio Guitti
I lavori porteranno alla realizzazione del sottopasso ferroviarioPer i pedoni il passaggio sarà vietato per oltre un anno: ci sarà a disposizione una navettaLe auto non posso transitare in via Rose di Sotto SERVIZIO FOTOLIVE/Alessio Guitti

I lavori per il sottopasso di via Rose alla ferrovia Brescia-Iseo entrano nel vivo. E da lunedì la strada chiuderà anche ai pedoni. Secondo contratto con la ditta appaltatrice, fino alla fine del prossimo aprile. Ma le imprevedibilità meteo consigliano prudenza e la Loggia conta di riaprire per il riavvio delle scuole di settembre 2020. Intanto, da lunedì scatta la navetta gratuita di Brescia Trasporti che bypassa l’interruzione e permette di raggiungere il Vantiniano e via Milano. Funzionerà dal lunedì al sabato dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 17 con partenze ogni 20 minuti e fermate in via Divisione Acqui e via Industriale nonchè nelle altre di linea lungo il percorso per le vie Dalmazia, Togni, Tempini, Industriale, Milano, Villa Glori, Lunga, Rose di Sotto, Passo Aprica. Per ora tutto procede secondo cronoprogramma. A gennaio è stato installato il tubo per i cavi dell’energia elettrica e dei telefoni. Entro fine maggio sono stati spostati i sottoservizi. Ora parte l’appalto principale da oltre 4 milioni di euro (su un totale di 6.640) per la realizzazione del sottopasso vero e proprio con la stessa tecnica usata in via Dalmazia. VIA ROSE VERRÀ scavata per 8 metri di profondità, alla base dello scavo verrà posata una platea in calcestruzzo sulla quale verrà spinto con martinetti idraulici uno scatolare in calcestruzzo con pareti da un metro, precostruito all’interno dello scavo. Ad aggiudicarsi l’appalto è stata la Pac spa di Capo di Ponte, selezionata su 9 concorrenti con il criterio dell’offerta più vantaggiosa, che assegnava 65 punti alla parte tecnica, 30 a quella economica e 5 al tempo. Pac ha vinto con un ribasso minimo del 5 per cento, ma «ha proposto notevoli migliorie tecniche e uno sconto del 40 per cento sul tempo, portando a 304 giorni di cantiere i 504 previsti dal progetto esecutivo», sottolinea il responsabile del settore Mobilità Stefano Sbardella, che ieri ha aggiornato sulla situazione insieme all’assessore Federico Manzoni. I lavori sono stati consegnati lunedì scorso e tutto è pronto. Ma prima di partire con lo scavo bisogna passare dalla eventuale bonifica da ordigni bellici. Dunque, nei prossimi 20 giorni verranno smantellati asfalto e marciapiedi. Dal primo luglio verrà praticata una griglia di carotaggi da 1,5 metri di lato, dentro i quali verranno inseriti strumenti con raggio d’azione di 1,20 metri per verificare la presenza di oggetti metallici. In caso di esito negativo, come si spera per l’assenza di bombardamenti in quell’area durante l’ultima guerra, il Genio Militare di Padova farà un sopralluogo per dare il via libera. E si partirà con la costruzione dei diaframmi su entrambi i lati della strada per poi procedere allo sbancamento. Una volta finito, il sottopasso porterà diversi miglioramenti ambientali, tra cui una scala per il collegamento pedonale sotto la ferrovia, attraversamenti rialzati e riqualificazione dell’area verde a sud dei binari. Per ora, «abbiamo accolto le istanze del Primo Maggio per migliorare l’accessibilità al Vantiniano e ai negozi di via Milano – dice Manzoni –, quindi abbiamo attivato la navetta gratuita». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Mimmo Varone
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1