Avanza la Tav
salta il cavalcavia
del Ronchedone

Le aree di cantiere della Tav lungo l’autostrada a DesenzanoIl cavalcavia del Ronchedone sulla A4 a San Martino: sarà demolitoCantieri Tav a Desenzano in località Serraglio: lo sbocco del tunnel
Le aree di cantiere della Tav lungo l’autostrada a DesenzanoIl cavalcavia del Ronchedone sulla A4 a San Martino: sarà demolitoCantieri Tav a Desenzano in località Serraglio: lo sbocco del tunnel

Proseguono a pieno ritmo i lavori per la nuova ferrovia Tav Brescia-Verona: verrà abbattuto sabato notte il cavalcavia sulla A4 nella zona tra la chiesetta di San Rocco e via Ronchedone a San Martino della Battaglia, di fronte all’officina Bertelli e subito dopo il casello di Sirmione. Per questo motivo sarà chiuso al traffico il tratto autostradale tra Sirmione e Peschiera, in entrambi i sensi di marcia, dalle 20 di sabato alle 6 di domenica: i viaggiatori diretti a Venezia dovranno uscire a Sirmione, mentre i mezzi pesanti (sopra le 25 tonnellate) usciranno a Desenzano; per chi viaggia verso Milano l’uscita obbligatoria sarà a Peschiera, con rientro in A4 dal casello di Sirmione. È IL TERZO cavalcavia sulla A4 bresciana che viene abbattuto in meno di due mesi: la stessa sorte era toccata, alla fine di novembre, al cavalcavia di Lonato nella zona della Cascina Faccendina, e nella notte di Santa Lucia al cavalcavia in località Gazzo nelle campagne di Calcinato. Sempre a Calcinato, e forse già entro fine anno, dovrà essere demolito anche il ponte di via Stazione, la strada che collega il capoluogo alla frazione di Ponte San Marco. Nell’elenco delle cose da fare, lungo la A4 in direzione Venezia, è prevista anche la demolizione (con successiva ricostruzione) dei cavalcavia di Montonale Basso e della Cascina Armea a Desenzano, e ancora quelli in località Roveglia a Pozzolengo (che verrà sostituito con un nuovo scavalco) e in località Ghirolda a Peschiera. Non si fermano nemmeno i maxi-cantieri allestiti a Campagna di Lonato e nell’area tra il Lavagnone, Montelungo e la Cascina Serraglio a Montonale di Desenzano, di fatto l’ingresso e l’uscita della galleria (a doppia canna) da oltre 7 chilometri scavata dalla talpa di produzione cinese, che fino a pochi giorni fa era ferma ai box, a Lonato, in attesa dei lavori di consolidamento del fronte di scavo. •

Alessandro Gatta