CHIUDI
CHIUDI

25.05.2019

Calvagese, un occhio di riguardo per il welfare

Simonetta GabanaLodovica DanieliGiuseppe Montebeller
Simonetta GabanaLodovica DanieliGiuseppe Montebeller

Cinque anni fa le liste in gara erano quattro, stavolta sono soltanto tre i candidati sindaco che si contenderanno il voto degli elettori di Calvagese: il primo cittadino uscente Simonetta Gabana in corsa per la riconferma con «Vivere Calvagese», Lodovica Danieli di «Per Calvagese» e Giuseppe Montebeller di «Centrodestra per Calvagese» esprimono continuità con gli attuali gruppi di minoranza. «Consapevoli che ancora molto si può fare - spiega Simonetta Gabana - siamo pronti a metterci al servizio del cittadino per risposte concrete. Ricco e ambizioso il programma, ma concreto e realizzabile: al centro progetti in itinere da completare, nuovi progetti, servizi e idee per rendere sempre più vivibile il territorio, puntando allo sviluppo turistico. E poi un occhio di riguardo a famiglia, giovani, anziani e volontariato. Gli elementi che ci contraddistinguono: competenza e radicata conoscenza del territorio». «Una lista fatta di persone di grande esperienza - replica Lodovica Danieli - dal sociale all’amministrativo all’ingegneria. Quattro punti dal programma: la buona amministrazione di ciò che abbiamo (viabilità, edifici, servizi), la progettazione di una nuova struttura di aggregazione intorno al centro sportivo, il rilancio dell’economia locale con una rete di attività artigianali, produttive, agroalimentari e ricettive, una particolare attenzione ai giovani (e una nuova Consulta che realizzerà progetti finanziati), agli anziani e alle persone fragili, con il rafforzamento dei programmi sociali». La lista «Centrodestra per Calvagese» è l’unica che presenta simboli di partito, quello della Lega: «Oltre che segretario leghista sono consigliere di minoranza - dice Giuseppe Montebeller - dopo una lunga esperienza mi propongo come candidato sindaco, sicuro di conoscere la macchina amministrativa e pronto a dare tanto al nostro paese. Ringrazio i cittadini per il rispetto dimostratomi in questi anni, e in particolare saluto la classe operaia, il mondo da cui provengo. Le priorità: completare la tangenzialina di Carzago e il centro diurno per anziani, frutto della donazione di una privata cittadina, di cui dovremmo rispettare la sua volontà e non quella dell’amministrazione uscente». •

A.GAT.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1