CHIUDI
CHIUDI

19.04.2019

Chioschi in cerca d’autore, sbocciano i bandi

Il chiosco Salfor di Padenghe: a breve un nuovo bando per la gestioneIl chiosco del Vò di Desenzano: rinnovata la gestione per sei mesi
Il chiosco Salfor di Padenghe: a breve un nuovo bando per la gestioneIl chiosco del Vò di Desenzano: rinnovata la gestione per sei mesi

Da San Cassiano di Padenghe al porto di Rivoltella cinque chioschi in cerca d’autore: a tanto ammonta l’offerta vista lago, o quasi, che tre municipi metteranno sul piatto da qui al prossimo autunno, per la gestione di chiringuiti, chioschetti e ristoranti di proprietà comunale. Con ordine, partendo da Padenghe: è andata deserta la gara per la gestione dell’ex chiosco Salfor, in località San Cassiano. La struttura è chiusa da circa un anno, e il Comune aveva predisposto un bando (che si è chiuso il 9 aprile scorso) con l’ipotesi di una gestione ventennale: 15mila euro il canone annuo per i primi cinque anni, e poi a salire fino ai 42mila dell’ultimo quinquennio, per la gestione di un ristorante da 70 metri quadri, con annessi portico e terrazza e pure un chiosco sulla spiaggia. Il piano prevedeva anche 350mila euro per la ristrutturazione, e un investimento totale di circa 900mila euro, a fronte però di un fatturato (ovviamente solo previsto) di 7 milioni di euro in 20 anni. TUTTO DA RIFARE: il sindaco Patrizia Avanzini spiega che a breve sarà predisposto un nuovo bando, ma con canoni ribassati. Impossibile però vederlo aperto per quest’estate. Un salto di poche centinaia di metri e siamo al lido di Lonato, dove il Comune ha pubblicato un bando della durata di pochi mesi per la gestione del chiosco Madai, in vista di una nuova gara programmata (forse) per il prossimo autunno. Qualche centinaio di metri ancora e si arriva al chiosco del Vò, già in territorio di Desenzano: è freschissimo il rinnovo di altri 6 mesi con l’attuale gestione, spiega l’assessore al bilancio Pietro Avanzi, «per non lasciare scoperta la stagione: in autunno faremo un nuovo bando, che partirà insieme ad altri due». I bandi in questione riguarderanno il chiosco del porto di Rivoltella, dove il Comune è ai ferri corti con gli attuali gestori, tanto che la vicenda finirà in tribunale, ma anche il chiosco del Parco del Laghetto, per cui - dice ancora Avanzi - «abbiamo prorogato la gestione, attualmente affidata alla coop Sole Sereno, fino al 31 ottobre». «Prepareremo tutto - conclude Avanzi - affinché i bandi partano tra ottobre e novembre, e tutti e tre insieme così da avere continuità nelle scadenze, ed evitare che come oggi i contratti scadano in primavera».Già partiti invece i lavori all’ex ristorante della Spiaggia d’Oro, affidato per 20 anni: apertura entro luglio. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessandro Gatta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1