Ciato abbraccia Calenda È nato «Salò in Azione»

L’architetto Giovanni Ciato
L’architetto Giovanni Ciato

Nasce anche a Salò il comitato di Azione, che a livello nazionale fa riferimento al partito fondato da Carlo Calenda e da Matteo Richetti, mentre a livello provinciale viene individuato nel coordinamento di Fabrizio Benzoni e Davide Danesi. TRA I FONDATORI e coordinatore del comitato salodiano c’è l’architetto Giovanni Ciato, candidato sindaco arrivato secondo alle ultime elezioni amministrative e consigliere comunale con la lista civica Salò Futura: «Come comitato locale - premette Giovanni Ciato - intendiamo aprire da subito incontri su aree tematiche che tocchino gli argomenti di maggior interesse, iniziando dal comparto turistico con una serata sui “turismi” gardesani e le prospettive per il futuro, oltre all’ambiente, che è parte fondamentale della vocazione turistica dell’area gardesana». Nel solco di Carlo Calenda, il focus di Azione è in particolare sul tessuto economico e su un ruolo propositivo delle istituzioni per facilitare il lavoro a chi produce: «In un momento particolare della vita politica e sociale del nostro Paese e del territorio gardesano, dove gli effetti del Covid hanno notevolmente influito sull’economia delle nostre zone, tra cali di presenze e prospettive difficili per il futuro - è l’analisi di Giovanni Ciato - la politica deve svolgere il proprio ruolo, innanzitutto attraverso il dialogo e il confronto continuo e a tutti i livelli, locale, provinciale e regionale, ma soprattutto con la gente che in questi anni ha perso ogni riferimento ideologico lasciandosi trasportare - è la conclusione - da slogan e facili suggestioni». •

L.SCA.