CHIUDI
CHIUDI

13.08.2019

«Da Riva a Limone Ciclabile ostaggio degli smottamenti»

Torna d’attualità il tema della sicurezza delle ciclopedonali in alto Garda dopo l’ultima frana avvenuta ad inizio mese al confine tra il territorio del Comune di Limone ed il Trentino. Quel giorno la strada Gardesana e l’adiacente ciclopedonale a sbalzo vennero interessate all’alba da una frana di fango e detriti scaricati dalla valletta a monte durante un violento nubifragio che innescarono sette ore di passione con il Garda spezzato in due fino al primo pomeriggio. L’episodio ha contribuito a riaccendere le proteste di chi, come il Comitato per la mobilità sostenibile gardesano costituitosi nell’ottobre dello scorso anno a Toscolano Maderno (riunisce varie associazioni ambientaliste locali comprese Wwf e Italia Nostra) ha sempre visto con il pollice verso il progetto di una pista ciclabile che percorre tutto il lago, addebitando ai promotori dell’opera scarsità di funzionalità, sicurezza e salvaguardia dell’ambiente. Decurtando gli strali lanciati dal Comitato alla ciclopedonale di Limone considerata dagli attivisti «poco praticabile per dimensioni, funzionalità e sicurezza», le attenzioni sono rivolte piuttosto a quanto potrebbe accadere nel tratto mancante verso Riva. «Purtroppo - evidenziano - abbiamo assistito da parte di incauti amministratori e di avidi operatori turistici a forti pressioni verso la Provincia di Trento affinché si proceda senza tante incertezze nel completare il collegamento con il tratto già aperto a Limone. Magari in base a quanto già realizzato oltre confine, pressioni che riteniamo poco responsabili. L’opera deve essere realizzata nel pieno rispetto della normativa statale delle ciclovie e del protocollo d’intesa sottoscritto da Pat, Lombardia, Veneto e ministeri competenti». Al netto degli aspetti idrogeologici legati alla sicurezza, c’è da registrare il gradimento incondizionato della gente per un’opera come quella della ciclopedonale a sbalzo di Limone che alla resa dei conti pare però mettere d’accordo tutti. •

L.SCA.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1