Dalla leucemia alla barca a vela con «Sail Camp»

di Luciano Scarpetta
Il centro Univela a Campione
Il centro Univela a Campione
Il centro Univela a Campione
Il centro Univela a Campione

Prende il via domani al centro Univela a Campione, il progetto Sail Camp: sono quattro i weekend programmati fino a settembre sul delta della frazione a lago del Comune di Tremosine e aperti a pazienti con leucemia, mieloma e linfoma provenienti da tutta Italia. Giunta alla XIV edizione, l’iniziativa dalla sezione di Brescia dell’Associazione italiana contro le leucemie insieme ad Ail nazionale, toccherà nelle sue sette tappe i laghi di Garda, di Lugano, di Como e d’Iseo. L’intento è di favorire un processo di riabilitazione a contatto con la natura utilizzando una barca a vela, strumento che aiuta metaforicamente nell’idea di riprendere in mano il timone della propria vita dopo un periodo di cure ospedaliere. «Sail Camp – sottolinea Rosalba Barbieri, vicepresidente nazionale – è in continuità cl progetto Itaca, con equipaggi misti formati da pazienti, medici, infermieri, psicologi, volontari e skipper». «Progetti di questo tipo -sottolinea anche il direttore sanitario dell'Asst, Camillo Rossi – dimostrano che la cura del paziente non finisce all’interno dell’ospedale, ma prosegue». Una quarantina circa saranno le persone che potranno usufruire di sAil Camp e nello specifico di domani a Campione, saranno ospitati una decina di pazienti ematologici vivranno due giorni a contatto con la natura, saranno loro proposte attività di carattere sportivo e laboratoriale, uscite in barca a vela e percorsi a piedi. I prossimi weekend sono programmati l’11 e 12 giugno, il 9 e 10 luglio e il 24 e 25 settembre. •.