CHIUDI
CHIUDI

15.01.2020

«Conflitto di interessi» Tiro a segno sull’assessore

L’assessore Francesca Cerini
L’assessore Francesca Cerini

Una sentenza che a Desenzano fa rumore: accogliendo il ricorso di un privato, il Tar di Brescia non solo ha abrogato l’aumento dell’imposta di soggiorno sulle case vacanze, ma ha pure rilevato un conflitto d’interessi dell’assessore al turismo Francesca Cerini, che in quanto albergatrice, secondo i giudici del Tar, avrebbe dovuto astenersi dal votare la delibera che aumentava l’imposta solo sulle case vacanze e non sugli alberghi. L’OPPOSIZIONE attacca e chiede le dimissioni di Cerini: «Noi l’abbiamo sottolineato più volte - spiega Maurizio Maffi, consigliere Pd –. Ora arriva una sentenza che sancisce l’incompatibilità dell’imprenditrice dell’hotellerie come assessore. Chiediamo le sue dimissioni, senza se e senza ma». L’amministrazione incassa il colpo: «Per la parte della sentenza che ha abrogato l’aumento, avevamo già preventivamente accantonato la cifra necessaria», spiega il sindaco Guido Malinverno. MA SUL CONFLITTO di interessi? Il Tar dice che Cerini, in quanto imprenditrice turistica, avrebbe dovuto astenersi dal voto in Giunta sull’imposta di soggiorno. Ma lo stesso rilievo, in teoria, potrebbe venirle mosso su anche tutte le altre questioni di interesse turistico. E sarebbe singolare se all’assessore al turismo fosse in pratica vietato, per incompatibilità, di esprimersi sulle decisioni in materia turistica. «Vogliamo sottolineare - dice il sindaco Malinverno - che Cerini non gestisce solo un albergo, ma anche case vacanze e residenze turistico-alberghiere. Dunque non possiamo esimerci dal sottolineare che nessun interesse personale sia stato o sarà mai anteposto agli interessi dei cittadini, ma che anzi l’esperienza e la competenza nei settori di riferimento non possono che apportare valore all’operato dell’amministrazione».

A.GAT.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1