CHIUDI
CHIUDI

01.08.2019

Ecco i cantieri Tav
Una «linea rossa»
in mezzo ai campi

La «linea rossa» a Campagna nella zona dove sorgeranno i cantieri Tav e l’imbocco della galleria ferroviaria: sullo sfondo la basilica di LonatoL’autostrada sullo sfondoUno dei mezzi visti ieri mattinaLa delimitazione con reti da cantiere comparsa anche a Desenzano
La «linea rossa» a Campagna nella zona dove sorgeranno i cantieri Tav e l’imbocco della galleria ferroviaria: sullo sfondo la basilica di LonatoL’autostrada sullo sfondoUno dei mezzi visti ieri mattinaLa delimitazione con reti da cantiere comparsa anche a Desenzano

Con la posa ieri mattina di una rete rossa, una rete elettrosaldata da cantiere lunga centinaia di metri, adesso c’è un «marker» sul territorio di Lonato e di Desenzano che indica l’ormai imminente, e a quanto pare inesorabile, arrivo dei cantieri della Tav Brescia Verona. LA LUNGA RETE ROSSA è infatti comparsa sia a Desenzano, tra «La Rossa» e l’autostrada, dove sbucherà il futuro tunnel della Tav, sia a Lonato sull’area destinata ad accogliere il maxi cantiere logistico dell’alta velocità, tra la frazione Campagna e la località Salera, tra la Wierer e il lato nord dell’autostrada a A4. Poco distante, a ridosso della vicina acciaieria Feralpi, sarà scavato l’imbocco ovest del tunnel ferroviario di 7.371 metri che sboccherà appunto Desenzano al Machetto. Il progetto esecutivo di Italferr e Cepav Due prevede, sull’area di Campagna di Lonato segnata dalla rete rossa, di occupare tre lotti collegati fra loro, per una superficie totale di 7 ettari e mezzo. Il più esteso dei tre lotti è denominato «Deposito intermedio» (per lo stoccaggio temporaneo dei materiali di scavo della galleria) occuperà 34.500 metri quadri. LE ALTRE DUE AREE saranno dei piccoli «villaggi», con alloggi prefabbricati per gli addetti ai lavori. Il cantiere denominato «Lonato ovest diretta», 18.500 metri quadri, ospiterà funzioni di tipo produttivo e di ufficio, con alloggiamenti per 120 lavoratori fra operai e tecnici: 6 dormitori prefabbricati monopiano con 20 posti ciascuno, mensa con 100 posti, servizi e spogliatoi, due prefabbricati a uso uffici di 1450 mq, per la direzione lavori. L’area sarà raggiungibile da via Campagna sopra e via Salera. L’area «Lonato ovest appalto» sarà simile e un po’ più estesa: 22 mila metri quadri, con gli alloggi per altri 120 addetti e le installazioni per lo scavo della galleria, depositi mezzi e officine attrezzate. Ricordiamo che Cepav Due aveva annunciato per ottobre la preparazione dei cantieri, e in effetti accanto alla lunga rete non ci sono per ora cartelli di inizio lavori. Ma con quella «linea rossa» proprio sull’area di cantiere, è come se intanto avesse marcato il territorio. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Valentino Rodolfi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1