CHIUDI
CHIUDI

25.01.2020

Il lungolago riapre alle auto tra le polemiche

Il tratto di lungolago nei pressi del porto vecchio di Desenzano
Il tratto di lungolago nei pressi del porto vecchio di Desenzano

La decisione è presa: il lungolago di Desenzano del Garda resterà aperto al traffico anche nei festivi e prefestivi. Lo conferma l’ordinanza che revoca i precedenti provvedimenti di chiusura al traffico in questi giorni. Una rivoluzione dopo quasi vent’anni di discussioni. Sono interessate via Cesare Battisti, piazza Matteotti e il tratto che da via Anelli conduce al parcheggio Maratona. DA SEMPRE, nel comune, si è dibattuto su questo argomento. Il lungolago, con aperture e chiusure alternate, è risultato l’unico compromesso possibile. Finora, con inevitabili polemiche. I consiglieri di minoranza sono tutti d’accordo nel ritenere sbagliata la scelta: Sergio Parolini, di Desenzano Popolare, esprime «grande preoccupazione perchè con questa decisione l’Amministrazione dimostra che, dopo anni di immobilismo, si è attivata facendo solo un enorme passo indietro». Maurizio Maffi, del Partito Democratico, ha evidenziato che così facendo si va controcorrente rispetto a tutti i comuni gardesani. «Bisogna dare priorità ai pedoni, non alle auto, e non dimenticare la questione ambientale oltre che l’accesso agli spazi delle persone disabili e per le famiglie - ha rimarcato -: è una decisione assurda, è inevitabile chiedersi se non sia una comodità che avvantaggia qualcuno». Per Andrea Spiller (5 Stelle), «la decisione è immotivata», inoltre auspica «un ampliamento delle zone pedonali e dei periodi di chiusura al traffico. Come sarà possibile far convivere con le auto in transito la massa di persone che arriva nei fine settimana?». Valentino Righetti, ex assessore al Turismo, boccia la scelta perchè va «contro lo sviluppo e la crescita della città. Il lungolago andrebbe rifatto e questo significherebbe togliere il traffico». IL PRESIDENTE dell’Associazione Desenzano Sviluppo turistico, ha spiegato che commercianti e operatori del settore sono divisi sulla vicenda, anche se in molti potrebbero diventare favorevoli se l’apertura riguardasse solo il periodo invernale. L’amministrazione comunale, nel frattempo, non replica e sulla questione di limita a un generico «No comment». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Silvia Avigo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1