CHIUDI
CHIUDI

26.01.2020

Polizia locale, arriva l’agente «Robocop»

La tecnologia al servizio del comando di Polizia locale di DesenzanoLa Polizia locale ricorre al drone per una più efficace azione
La tecnologia al servizio del comando di Polizia locale di DesenzanoLa Polizia locale ricorre al drone per una più efficace azione

La Polizia locale di Desenzano ora dotata di nuovi strumenti tecnologici all’avanguardia, cofinanziati dalla Regione Lombardia, per dare un giro di vite senza precedenti, dal cielo alla terra, nell’ottica di garantire sempre più un servizio di prevenzione e sicurezza. IL PROTAGONISTA è il drone Dji Spark300 Policekit, un quadricottero avanzato che in soli 300 grammi trasporta una telecamera 12 Mp full Hd, sensori frontali e «pilota automatico» per evitare gli ostacoli e tornare alla postazione in totale autonomia. Il quadricottero, offrendo una visione ad alta precisione dal cielo, potrà essere impiegato per individuare, ad esempio, abusi edilizi, discariche abusive (una è stata scoperta di recente a San Martino), coperture in amianto, sversamenti anomali a lago, ma anche per rilievi su incidenti stradali gravi e per la ricerca di persone disperse. «Di recente - rivela il comandante Carlalberto Presicci, della Polizia locale di Desenzano - a seguito di un forte e persistente odore di marijuana, non lontano dal centro: col drone abbiamo potuto perlustrare in poco tempo tutta l’area, verificata l’assenza di coltivazioni illegali abbiamo scoperto che l’odore era emanato da un’erba comune, che se bagnata dalla pioggia emette quel tipico odore, caso risolto». Nella nuova dotazione è compreso anche il Police Controller, un software di nuova generazione che consente di scaricare a distanza i dati dai cronotachigrafi dei mezzi pesanti, così da fermare solo gli autisti che non hanno rispettato i tempi di guida previsti dalla legge. NEI PROSSIMI GIORNI esordirà il Telelaser, un «puntatore» che oltre a rilevare la velocità fornirà un’istantanea della targa del veicolo puntato. E ancora, è in arrivo un secondo etilometro, più veloce ed efficace, fondamentale per la prevenzione di incidenti: negli ultimi due week-end sono state ritirate 35 patenti di giovani ragazzi il cui tasso alcolemico superava anche di parecchio il minimo consentito. Nell’ottica della prevenzione da adesso la polizia locale avrà a disposizione anche i Narci Test. «Abbiamo dotato la Polizia locale di tutti gli strumenti tecnologicamente all’avanguardia, per supportare l’eccezionale lavoro che svolge già tutti i giorni - spiega il sindaco Guido Malinverno -. La prevenzione è fondamentale, in quest’ottica promuoviamo costantemente iniziative di sensibilizzazione rivolte soprattutto ai giovani». «Ma questi strumenti non serviranno a “far cassa”: la maggior parte delle sanzioni verrà infatti versata allo Stato non dal Comune: a noi sta a cuore la sicurezza», ha precisato il vice sindaco Cristina De Gasperi. •

Silvia Avigo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1