CHIUDI
CHIUDI

11.10.2019

Fuochi accesi per la Champions dello spiedo

Lo spiedo, il piatto per eccellenza della tradizione culinaria brescianaIl campo «di battaglia» dove si sfideranno le coppie iscritte alla gara
Lo spiedo, il piatto per eccellenza della tradizione culinaria brescianaIl campo «di battaglia» dove si sfideranno le coppie iscritte alla gara

La tradizione cerca i suoi eredi domenica mattina a Toscolano con la quarta attesissima edizione della Champions a squadre dello spiedo bresciano. Sono attesi sul promontorio i migliori interpreti del piatto simbolo della brescianità. Il cuore pulsante della tenzone sarà come sempre negli spazi dell’ex pattinodromo a fianco del ponte e la statale. I fuochi saranno accesi dalle 7.30 alle 12.30 mentre la premiazione è fissata nel pomeriggio. Al termine della cerimonia inizierà la parte più gustosa dell’happening ovvero il pranzo monopolizzato dagli spiedi in gara abbinato ad altri piatti locali. È’ possibile prenotare un posto a tavola entro oggi chiamando il 324 8805863 o scrivendo una mail a info@prolocotoscolanomaderno.com. PREPARARE uno spiedo non è semplicemente cuocere della carne ma una tradizione, un mondo «infilzato» ad arte, dove ogni gesto porta con sé una vera e propria filosofia, segreti e retroscena diversi in ogni angolo della provincia. Non è quindi un caso se gli organizzatori della Proloco di Toscolano hanno deciso che per stabilire il piatto migliore, si terrà conto di un regolamento e alcuni inderogabili paletti nella composizione delle forcole: costina, pollo, patata, bombolino, pollo, patata. Una «filastrocca» del gusto che farà magari storcere il naso ai maestri della Bassa poco inclini all’utilizzo della patata. Si farà in ogni caso di necessità virtù preparando (come minimo) spiedi da 80 prese di carne e 40 di patate. Ogni porzione da servire in tavola dovrà infatti avere 4 pezzi di carne e 2 di patate e ogni presa non dovrà pesare meno di 80 grammi. «A FINE GARA – fanno sapere dalla Pro loco - lo spiedo sarà assaggiato da una giuria competente, che lo valuterà secondo i canoni della tradizione bresciana». C’è ancora posto per qualche coppia Le tre coppie sul podio si divideranno i premi in denaro, previsti in 400 euro ai vincitori, 300 euro per il secondo posto e 200 al terzo. Lo scorso anno dettarono legge le coppie di Tremosine Rossi-Scalmana e Arrighini-Corradi salite rispettivamente al primo e terzo gradino del podio. Piazza d’onore per i fratelli toscomadernesi Ruggero e Alessandro Samuelli •

Luciano Scarpetta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1