CHIUDI
CHIUDI

05.12.2019

I veronesi alzano un muro contro i reflui dei bresciani

«Tenetela a casa vostra». Potrebbe riassumersi con questa battuta il pensiero del Pd del Garda veronese rivolto ai bresciani sull’importante partita del progetto definitivo del nuovo collettore. Lunedì sera in occasione dell’incontro con Ags (l’equivalente di Acque Bresciane) per la condivisione del progetto definitivo del nuovo collettore sulla sponda orientale del lago, è stata ribadita la necessità della dismissione delle condotte sublacuali. «Il dibattito - si legge nella nota approvata dalla sezione Pd di Peschiera - ha permesso ai Circoli di ribadire l’importanza dell’opera, di ritenere acquisita e fondamentale la separazione della depurazione dei reflui generati dalle due sponde del Garda (con Peschiera che verrebbe riqualificata e salvaguardata rispetto agli attuali e futuri carichi antropici e con Brescia che finalmente giungerà a realizzare un proprio sistema di depurazione), di sottolineare quanto sia utile che tutte le tratte sublacuali vengano dismesse in favore di un tracciato non più in acqua». Una posizione che finisce con l’accentuare le divisioni all’interno del Pd. Così dopo la recente apertura del presidente provinciale Samuele Alghisi a «proposte migliorative» per la realizzazione dell’opera sulla sponda bresciana del lago, le condotte sublacuali da Maderno a Torri tornano a furor di popolo sotto la luce dei riflettori: sono così deteriorate dall’usura del tempo come solo Acque Bresciane sostiene da sempre o piuttosto, domandano adesso i circoli (e i comitati) bresciani, possono essere semplicemente sostituite? Per i circoli Pd della Valle Sabbia e della Bassa Orientale contrari alla realizzazione del depuratore di Gavardo destinato a smaltire i reflui dei Comuni alto gardesani, sarebbe necessario «rivedere i motivi per cui si esclude a priori un approccio unitario, in sinergia con l’autorità d’ambito della sponda veronese, alla depurazione dei reflui dei Comuni rivieraschi». Ma da Verona giunge un netto e secco altolà: i bresciani si devono arrangiare con la depurazione. •

L.SCA.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1