CHIUDI
CHIUDI

13.10.2019

Il crac Cook fa tremare il Garda

Negli alberghi del Garda bresciano la stagione turistica ha lasciato conti non saldati per una somma che in totale, secondo le prime stime, potrebbe ammontare a 20 milioni di euro. Una voragine nei bilanci dell’industria gardesana dell’ospitalità provocata dal fallimento di Thomas Cook, la grande agenzia di viaggi con sede a Londra saltata clamorosamente per aria in settembre. Preoccupate le associazioni categoria, da Federalberghi al Consorzio Garda Lombardia, che ora studiano strategie comuni per il non facile recupero dei crediti. •> PAG 23

GATTA
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1