CHIUDI
CHIUDI

18.04.2019

Il «federalismo» si imbarca sui battelli

Novità per la navigazione di linea sul Garda: il futuro sarà regionale
Novità per la navigazione di linea sul Garda: il futuro sarà regionale

Dalla Navigarda «statale» a servizi integrati di navigazione pubblica gestiti direttamente a livello regionale, dunque non più governativa e centralizzata, come era atteso ormai da molti anni e come ha sancito proprio ieri un voto del Consiglio regionale lombardo a Milano. «Una svolta per il lago - commenta il segretario della Comunità del Garda, Pierlucio Ceresa -. È una decisione per noi positiva, che premia gli sforzi di questi mesi della presidente Mariastella Gelmini e che consentirà al Garda di beneficiare dell’autonomia di gestione». Il pronunciamento in aula è avvenuto dopo il passaggio, in marzo, nella commissione Territorio, che aveva approvato all’unanimità una risoluzione con primo firmatario Mauro Piazza di Forza Italia: si chiedeva l’attuazione del decreto legislativo 422 del 1997 sul trasferimento alle regioni della gestione governativa per la navigazione dei laghi di Como, Maggiore e di Garda. Ora la procedura è avviata: la linea è questa. Il documento prevede che il ministero dei Trasporti predisponga un piano di risanamento tecnico-economico, chiedendo inoltre, dopo che sia ottenuta la regionalizzazione del servizio, il coinvolgimento delle istituzioni locali e degli enti che si occupano delle risorse lacuali. Superata infatti la gestione governativa, sarà necessario coordinare, con «formule» nuove, il servizio su un lago diviso fra tre regioni. •

L.SCA.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1