CHIUDI
CHIUDI

16.04.2019

Il Palio delle bisse perde pezzi: anche Sirmione si chiama fuori

Bisse in regata: quest’anno scendono da 19 a 14 gli equipaggi maschili, soltanto 3 quelli femminili
Bisse in regata: quest’anno scendono da 19 a 14 gli equipaggi maschili, soltanto 3 quelli femminili

Falsa partenza per la 52esima edizione del Palio delle bisse del Garda. La notizia era nell’aria e giovedì sera è stata ufficializzata all’assemblea della Lega remiera: la gara di apertura del calendario a Sirmione, prevista nella serata di sabato 15 giugno, è stata annullata a causa del forfait dell’equipaggio della bissa locale di Grifone. Lo riferisce il presidente della Lega Bisse, Marco Righettini: «Purtroppo la società sportiva di Sirmione non è riuscita ad allestire un equipaggio per partecipare al campionato. Un bel guaio». CHE FARE? «Nell’immediato, regolamento alla mano, la società sirmionese rischia una penale di mille euro. Inoltre con le elezioni amministrative in molti Comuni rivieraschi, sarà difficile trovare in poco tempo un nuovo campo di regata per mantenere il Palio con nove prove». Difficile soprattutto sulla sponda bresciana, dove oltre al forfait di Sirmione si conta anche l’altra rinuncia di Desenzano, che non presenterà quest’anno al via la bissa Sant’Angela Merici. Ritiri che seguono la rinuncia all’iscrizione di Gioia, la seconda bissa sociale di Gargnano, e sulla sponda veronese la defezione di Nensi di Cassone, mentre sul Sebino non si presenterà Carmagnola, terza bissa di Clusane. «Sarà un’edizione in formato ridotto - conferma Righettini - con solo 14 equipaggi maschili, rispetto ai 19 di un anno fa, e 3 femminili». LA SPERANZA è di riuscire a salvare il calendario a nove gare, magari proponendo di ospitare l’ouverture del Palio a paesi della sponda bresciana senza una bissa iscritta, ma dalle solide tradizioni remiere, come ad esempio Limone o magari anche Toscolano Maderno. Ad oggi, senza l’apertura di Sirmione, la stagione dovrebbe iniziare il 22 giugno a Peschiera. Seguirà il 29 la tappa di Bardolino e successivamente il 6 luglio a Iseo, quando la flotta si dovrà spostare dal Garda al Sebino. Il 13 luglio gli equipaggi si sfideranno a Garda mentre il 20 si cambierà nuovamente sponda per approdare a Gargnano. Il 27 sarà la volta di Torri mentre il 3 agosto si vogherà a Cassone. Il gran finale sarà il 10 agosto nello scenario del golfo di Salò. Proprio da Salò, risale al 1548 la prima notizia di una regata di bisse. Dopo cinque secoli la tradizione sta bene, ma non benissimo. •

L.SCA.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1