CHIUDI
CHIUDI

12.09.2019

Il super chef Camanini ha salvato la «stella»

Lo chef Riccardo Camanini: il suo «Lido 84» non subirà lo sfratto
Lo chef Riccardo Camanini: il suo «Lido 84» non subirà lo sfratto

Possono tirare un sospiro di sollievo gli aficionados dei rigatoni cacio e pepe cotti in vescica da sua maestà Riccardo Camanini al Lido 84 di Gardone Riviera. Anche per i prossimi sei anni (rinnovabili di ulteriori sei a partire dal 1 gennaio 2020), il super chef potrà continuare a condurre il suo ristorante stellato al 196 di via Zanardelli, versando l’affitto al Comune che è proprietario dei muri. SCAMPATO il pericolo di sfratto: il contratto d’affitto era scaduto, e Camanini ha dovuto rivincere all’asta la possibilità di continuare l’attività. Ieri mattina è risultata infatti sua la migliore offerta pervenuta al Comune per il bando di locazione: un paio erano le buste aperte alle 11.30 e al momento, in attesa delle verifiche di rito, l’aggiudicazione provvisoria va ai fratelli Riccardo e Giancarlo Camanini. Sorridono i gestori del ristorante con stella Michelin più in voga del momento, già salito al numero 78 nella classifica dei migliori ristoranti del mondo, ma premiato nel giugno scorso a Singapore come «The one to watch», cioè il più interessante tra i ristoranti emergenti a livello mondiale, primo candidato a entrare nella lista dei «Best 50». IL PERICOLO, niente affatto remoto era che potesse essere presentata in municipio una busta contenente una controfferta maggiore, che avrebbe costretto il Lido 84 a sgomberare i locali per lasciarli al miglior offerente. Sorride anche Gardone Riviera e la sponda bresciana del lago in generale, che rischiavano di perdere un ristorante di fama davvero mondiale. Un angolo di riviera, quella bresciana che può vantare in pochissimi chilometri altre celebri stelle Michelin nel firmamento della ristorazione con i gargnanesi Villa Feltrinelli (2 stelle), La Tortuga (1 stella) e Villa Giulia (1 stella), Capriccio a Manerba (1 stella), Esplanade a Desenzano (1 stella) e La Rucola 2.0 di Sirmione (1 stella). I FRATELLI Camanini sono gestori dell’immobile dal 2014, quando la precedente proprietaria cedette l’azienda e il contratto di locazione comprensivo di immobile con tutte le pertinenze demaniali (veranda, corte esterna pavimentata banchina per attracco dei natanti spazio acqueo e boe). Basta e avanza in ogni caso, in attesa della pubblicazione all’albo pretorio del verbale di gara (ieri pomeriggio gli uffici comunali erano chiusi), per sottolineare l’esito del bando con la classica frase che conclude le favole a lieto fine, «e vissero tutti felici e contenti». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Luciano Scarpetta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1