CHIUDI
CHIUDI

09.07.2020 Tags: Gargnano

L’archivio storico è salvo Trasloco dalla Magnolini

Uno dei tanti preziosi documenti
Uno dei tanti preziosi documenti

Verrà momentaneamente trasferito alle scuole medie, tutto l’archivio storico del Comune di Gargnano, finora depositato in pessimo stato di conservazione nell’ex caserma Magnolini a Bogliaco. Si procederà «con tempestività», al traino dell’ispezione effettuata dall’agenzia del Demanio il 25 maggio scorso, giorno in cui sono stati rilevati all’interno alcuni locali occupati abusivamente. Come si ricorderà, dopo aver ricevuto il verbale dell’ispezione, il Comune di Gargnano ha disposto l’ordinanza di sgombero immediato e di smaltimento dei materiali presenti, per riconsegnare libero l’immobile al Demanio. IL TRASFERIMENTO dell’ultima (voluminosa) tranche dell’archivio storico è l’atto finale di un progetto avviato nel biennio 2013-2014. In seguito, sempre in collaborazione con Asar, è stato ricostruito l’inventario dell’archivio comunale depositato all’ex palazzo municipale (la parte più preziosa, costituito da una trentina di registri di antico regime e altrettanti di epoca veneziana. Volumi di grande importanza, testimonianza documentale di un lungo tratto della storia della regione, quella della Comunità di Riviera, associazione di comuni nata nella seconda metà del XIII secolo, dal 1426 parte della Repubblica di Venezia. Nell’archivio si trovano ampie tracce della vita e delle relazioni istituzionali della comunità per quasi quattro secoli. Altri 620 faldoni riguardano l’800 e della prima metà del ‘900, periodo caratterizzato dal «soggiorno» gargnanese del duce. Adesso con il trasferimento degli altri 2.600 faldoni del periodo dal 1800 al 1960 dall’ex Caserma alle scuole, Gargnano torna a far pace col proprio passato.

L.SCA.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1