L’eredità missionaria di San Daniele Comboni

«Chi ama si mette in movimento, si dona all’altro e tesse relazioni che generano vita». La frase è di Papa Francesco e riassume perfettamente il senso dell’opera del Santo Daniele Comboni. QNacque a Limone nel 1831 e scomparve il 10 ottobre 1881 a Khartoum, in Sudan dopo una vita nelle missioni. Anche questo anno nell’anniversario della morte, la parrocchia di San Benedetto celebra il ricordo con una veglia (dopodomani alle 20.30) e la testimonianza su un missionario martire. Sabato sera alla stessa ora, messa solenne presieduta dal comboniano Giorgio Padovan. Martedì 13, nel 140esimo della dedicazione della chiesa di San Benedetto da parte di San Daniele Comboni, verrà celebrata una messa solenne presieduta da don Mario Trebeschi. Al Centro comboniano di Limone, all’interno della limonaia del Tesöl, fino al 31 ottobre (orario 9-12) è visitabile la mostra fotografica «Pillole di saggezza», proverbi africani illustrati. •

L.SCA.

Suggerimenti