CHIUDI
CHIUDI

18.01.2020

La solidarietà riempie un carico no-limits

Grande risultato per il progetto «Natale per l’Albania» coordinato dalla Protezione civile del Basso GardaUn’immagine di quanto raccolto a partire dalla metà di dicembre
Grande risultato per il progetto «Natale per l’Albania» coordinato dalla Protezione civile del Basso GardaUn’immagine di quanto raccolto a partire dalla metà di dicembre

Un carico di nove tonnellate di pasta, riso, altri alimenti in scatola, prodotti per l’igiene personale, coperte e vestiti è pronto a partire da Desenzano per l’Albania: direzione Durazzo, precisamente Thumane, a sostegno di circa 500 famiglie colpite dal tremendo terremoto del 26 novembre scorso, con magnitudo 6.4, che ha distrutto edifici, case e strade provocando 52 morti e migliaia di sfollati. TUTTO SARÀ caricato su un Tir della «Messaggerie del Garda», sponsorizzato dal Comune, che partirà via nave martedì prossimo per arrivare a destinazione mercoledì mattina: tra giovedì e venerdì le derrate saranno distribuite alle famiglie, in collaborazione con l’associazione locale Nisma e Luleve. È il piano d’azione presentato ieri mattina, il risultato della straordinaria iniziativa di solidarietà promossa dalla Protezione civile del Basso Garda di Desenzano, che ha coinvolto i gruppi locali di Lonato, Montichiari, Brescia, Travagliato, Gussago, Torbole Casaglia, Palazzolo, la Croce Rossa di Calvisano e Rivoltella e gli scout; con loro le parrocchie di Sant’Angela Merici e San Michele Arcangelo, le Amministrazioni comunali di Desenzano, Lonato, Maclodio e Marmentino, associazioni come Rotary, Pazzi per il Rugby e City Angels. Sono più di cento i volontari che, da metà dicembre fino a pochi giorni fa, si sono impegnati nella raccolta di alimenti e materiali per gli sfollati albanesi: oltre alle iniziative ad hoc tra oratori, enti locali e altro, la grande «mobilitazione» ha coinvolto anche una decina di supermercati, i Conad di Brescia e Rivoltella, i Simply di Desenzano e Maclodio, gli Auchan di Padenghe e Salò, i Famila di Lonato e Montichiari, gli Italmark di Desenzano e Sirmione. NOVE TONNELLATE in poco meno di un mese: dal 15 dicembre all’11 gennaio. «Entro oggi si concluderà lo stoccaggio di quello che è stato raccolto, la terza fase del progetto Natale per l’Albania - ha spiegato Luca Trincia, presidente Protezione civile Basso Garda - mentre la quarta, al via da martedì, prevede che 4 di noi e 4 di Croce Rossa raggiungano in aereo la zona di Thumane e, contestualmente in nave, parta il camion». Il mezzo raggiungerà le coste albanesi mercoledì mattina: una volta sbrigate le formalità doganali le squadre partiranno subito con la distribuzione del materiale. L’iniziativa è stata patrocinata anche dalla Regione Lombardia. «Ringraziamo i volontari per la loro immensa umanità», ha detto il consigliere regionale Francesca Ceruti. Un nuovo messaggio di solidarietà, senza frontiere né confini, dunque. «A parte l’aiuto a chi ha bisogno, il progetto - spiegano dalla Croce Rossa - ha permesso a ciascuno di noi di crescere in queste settimane, ci siamo portati a casa qualcosa». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessandro Gatta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1