«La Tac arriva dal cielo Così cureremo l’Africa»

La neolaureata Jole Luongo, di Soiano, con il tecnico di radiologia Tiziano Tedeschi: la loro Tac «aviotrasportata» è dedicata alle aree più svantaggiate
La neolaureata Jole Luongo, di Soiano, con il tecnico di radiologia Tiziano Tedeschi: la loro Tac «aviotrasportata» è dedicata alle aree più svantaggiate
La neolaureata Jole Luongo, di Soiano, con il tecnico di radiologia Tiziano Tedeschi: la loro Tac «aviotrasportata» è dedicata alle aree più svantaggiate
La neolaureata Jole Luongo, di Soiano, con il tecnico di radiologia Tiziano Tedeschi: la loro Tac «aviotrasportata» è dedicata alle aree più svantaggiate

Una Tac aviotrasportata per raggiungere le popolazioni più isolate, le zone povere del mondo, i bimbi dell’Africa. Una vera e propria sala diagnostica prêt-à-porter. È l’idea sulla quale ha incentrato la sua tesi di laurea Jole Luongo, di Soiano, appena laureata alla triennale in Tecniche di radiologia medica per immagini e radioterapia all’Università di Verona. Luongo è partita da un’esperienza di tirocinio, nel 2019, all’ospedale Magalini di Villafranca dove ha conosciuto il tecnico di radiologia Tiziano Tedeschi, con un’esperienza di 43 anni. Un incontro che ha portato alla definizione di questo progetto: Luongo ha cercato la Tac giusta e l’aereo in grado di fare da sede a questa sala diagnostica volante, studiata nei minimi dettagli e illustrata mercoledì scorso all’Università. La neolaureata ha calamitato l’attenzione della commissione, durante la discussione della tesi, ottenendo la votazione di 107. (...)

Leggi l’articolo integrale sul giornale in edicola