CHIUDI
CHIUDI

12.01.2020

La «Trans lac» ha ammainato le sue vele dopo 29 anni

Da ventinove edizioni la «Trans lac en du» era la regata d’apertura della stagione della Canottieri Garda di Salò: anche quest’anno la manifestazione (più che una regata un rituale per aficionados) era stata inserita nel calendario delle manifestazioni invernali, ma purtroppo la singolare sfida dedicata al velista salodiano Cristian Tarolli, scomparso nell’estate 2013 per un incidente stradale e vincitore della prima edizione, è stata annullata. O meglio, cancellata per sempre. Prevista per ieri pomeriggio avrebbe dovuto svolgersi sul tradizionale percorso Salò, Gargnano (alla boa del Circolo Vela) e ritorno, con una partenza per certi versi simile a quella della storica gara automobilistica di Le Mans. I concorrenti? Solo un paio per ogni imbarcazione a prescindere dalla tipologia, e regata in notturna al chiaro di luna. Così per 29 anni. Il motivo dell’addio: «Negli ultimi anni il numero dei concorrenti è diminuito drasticamente e abbiamo deciso quest’anno di non riproporla. Vedremo in futuro se ci saranno le condizioni per inserirla nuovamente in calendario», fanno sapere dalla Canottieri Garda di Salò. Si farà di necessità virtù con il «Pro laghi Assolo championship» in programma l’1 e il 15 febbraio e poi on l«Autunno-inverno salodiano» della classe Protagonist del 2 e 16 febbraio, recuperando anche la data persa lo scorso 24 novembre. •

L.SCA.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1