Le Terme, il futuro è già qui Una rivoluzione da 5 milioni

di Silvia Avigo
Il centro Aquaria delle Terme di Sirmione, completamente riqualificato con un investimento di 5 milioni di euro
Il centro Aquaria delle Terme di Sirmione, completamente riqualificato con un investimento di 5 milioni di euro
Il centro Aquaria delle Terme di Sirmione, completamente riqualificato con un investimento di 5 milioni di euro
Il centro Aquaria delle Terme di Sirmione, completamente riqualificato con un investimento di 5 milioni di euro

L’investimento è stato milionario, la stagione promette più che bene ed è arrivato il momento di metterlo a frutto: il progetto di Terme di Sirmione da 12 milioni di euro, dedicato al centro benessere Aquaria, riparte dopo lo stop per la pandemia. In bella vista nei prossimi giorni ci saranno i risultati della prima tranche dell’investimento, da 5 milioni, che ha ampliato la struttura dall’area relax ai nuovi spogliatoi (l’area inalatoria è stata spostata a Colombare e riconvertita) e innovato l’offerta con fanghi ludici, grotte, un esclusivo hammam e il percorso «Il viaggio dell’acqua» che da solo è costato oltre 2 milioni. Per gli altri 7 milioni di investimenti previsti. per quella che può definirsi oggi un’innovativa «medical spa», basterà aspettare ancora un po’: prossimamente verrà realizzato il tanto atteso parco termale esterno nell’area con vista a lago vicina di oltre 14 mila metri quadrati. Salute e benessere. È questo il binomio perfetto della nuova offerta di rilancio che verrà inaugurata nella due giorni di giovedì e venerdì prossimo con l’evento «Il grande respiro dell’acqua». La protagonista è sempre l’acqua termale (così come madre natura l’ha fatta e quindi senza cloro o trattamenti chimici). Un aspetto che fa la differenza per l’Azienda premiata come miglior spa d’Europa, come spiega la resident manager Catia De Marie: «Il focus è solo della salute, l’innovazione è nel legarlo all’wellness per restare al passo coi tempi. L’acqua sulfurea è terapeutica, riabilitativa e preventiva ma anche l’ideale per il relax. La struttura oggi permette l’ampliamento delle attività e questo è solo l’evento di partenza. Siamo fiduciosi. Il sentore della stagione è già ottimo, la fine dell’obbligo della mascherina aiuta molto e Sirmione turisticamente è già ripartita». Due i temi guida dell’evento nella miglior Mineral & Hot Springs Spa al mondo, eletta nel 2021 dagli Haute Grandeur Global Spa Awards: il 19 maggio quello dedicato al «sentire il respiro”ù», il 20 maggio con un focus per «sentire il corpo». «Una proposta che passerà dalle inalazioni allo yoga, senza tralasciare l’alimentazione con un menù vegano e uno mediterraneo - prosegue De Marie -. Ma il filo conduttore in cui avvolgersi e respirare è sempre e solo l’acqua col suo fango che ha proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, di rafforzamento del sistema immunitario, calmanti e rilassanti. Specialisti ed esperti guideranno tutti i percorsi». Il fiore all’occhiello di Sirmione riparte. anche se con metà del progetto solo rimandato come anche l’obiettivo lasciato in sospeso 3 anni fa: quello di arrivare a 300 mila ingressi l’anno. •.