Lonato spende e si rifà il look Dieci milioni per cambiare tutto

di Roberto Darra
Quella del Corlo è una delle tre piazze da riqualificare entro il 2023Palazzo Carpaneda a Lonato: prevista la realizzazione di un Museo con la collezione fotografica Giacomelli
Quella del Corlo è una delle tre piazze da riqualificare entro il 2023Palazzo Carpaneda a Lonato: prevista la realizzazione di un Museo con la collezione fotografica Giacomelli
Quella del Corlo è una delle tre piazze da riqualificare entro il 2023Palazzo Carpaneda a Lonato: prevista la realizzazione di un Museo con la collezione fotografica Giacomelli
Quella del Corlo è una delle tre piazze da riqualificare entro il 2023Palazzo Carpaneda a Lonato: prevista la realizzazione di un Museo con la collezione fotografica Giacomelli

Quasi 10 milioni di euro da investire in opere pubbliche da mettere in cantiere nei prossimi tre anni. Con un occhio di particolare riguardo a un centro storico da trasfromare in «salotto» per un ulteriore salto di qualità nell’obbiettivo di dare a Lonato del Garda una vocazione turistica. È quanto deliberato nell’ultimo Consiglio comunale. La metà di questo importo, per la precisione 5 milioni 710 mila euro, troverà collocazione già nel 2023 con interventi significativi su vie e piazze del centro storico che dovrebbero portare ad abbellire l’intera cittadina. Come ha spiegato in dettaglio il consigliere delegato Nicola Ferrarini «si proseguirà nella riqualificazione complessiva del capoluogo, ovvero del centralissimo Corso Garibaldi, delle piazze del Corlo, Porro Savoldi e Gramsci. Si metterà mano anche a viale Roma, il corso alberato che porta a Lonato per chi proviene da Brescia con il terzo lotto, l’ultimo per capirci, con il completamento del restyling urbanistico del tratto compreso tra via Brescia e via Regia Antica per una spesa prevista su questo specifico capitolo pari a 300 mila euro. Tra le altre opere in cantiere nel 2023 ci sono la realizzazione di un museo civico al piano terra di palazzo Carpaneda accanto alla Basilica per 400mila euro. Spesa che prevede il recupero delle tre sale a piano terra per ospitare prioritariamente la collezione fotografica Giacomelli. Nel triennio invece per un milione di euro l’Amministrazione punta a realizzare una scuola di musica e dell’arte al parco delle Pozze. Si tratta di un edificio che darà ospitalità alla Banda civica e attività artistiche varie Capitolo nuovo centro sportivo da costruire alla Bettola: argomento oggetto di forte polemica da parte delle forze politiche di minoranza, in quanto contenuto nelle promesse elettorali del 2020 fatte dalla coalizione di centro destra, che lo davano per immediato. Così non è stato. Ferrarini ha assicurato che è in corso la progettazione definitiva e sono già stati dati gli incarichi. Verrà realizzato il prossimo anno con una primo impegno di mezzo milione e poi si confida nei bandi del Pnrr. Altri 200mila euro sono invece previsti per la realizzazione di nuovi tronchi fognari a San Cipriano e Malocche. Il 2024 dovrebbe portare anche un asilo nido a Lonato grazie ai fondi già ottenuti dal Pnrr di un milione 300 mila euro. L’ampliamento della scuola elementare di Esenta e la riqualificazione esterna delle scuole medie sono invece rinviate al 2025. •.