CHIUDI
CHIUDI

28.03.2019

Assalto ai Monopoli,
il «blitz»
va in fumo

L’allarme e l’intervento immediato dei carabinieri ha costretto la banda di ladri a una fuga precipitosa
L’allarme e l’intervento immediato dei carabinieri ha costretto la banda di ladri a una fuga precipitosa

Alla fine il colpo è andato è andato in fumo, anzi nemmeno, perchè il ricco bottino in sigarette non è stato raggiunto. Ma l’episodio è serio: per come si erano attrezzati i malviventi, e per come avevano studiato il piano, sembrava che dovessero andare a svaligiare il caveau della Banca d’Italia, più che il magazzino dei Monopoli di Lonato. ORGANIZZATISSIMI, sono entrati in azione nella notte con almeno cinque mezzi e persino con dei camion messi di traverso sulle strade d’accesso, per ostacolare l’intervento delle forze dell’ordine. Sicuramente una banda di professionisti, che puntava al deposito di sigarette dei Monopoli di Stato in via Rassica. Altre volte negli scorsi anni il magazzino era stato svaligiato, con colpi che avevano fruttato fino a 300 mila euro in stecche di «bionde». Ma stavolta gli è andata male: scoperti e messi in fuga. È successo nella notte tra martedì e mercoledì. L’ora X è scattata alle 2.30 per un piano studiato in tutti i dettagli, tranne uno: la sorveglianza, più intensa e attenta di quanto credessero i ladri. La banda era arrivata con almeno cinque mezzi, tre furgoni e due camion presumibilmente rubati, visto che nella fuga sono stati tranquillamente abbandonati sul posto. Un grosso camion è stato posteggiato di traverso a bloccare il sottopasso della strada che da Lonato porta a Montichiari, vicino al Vip’s Motel. Gli altri mezzi sono stati invece lasciati a ostruire le altre vie d’accesso. Ma prima che la banda potesse entrare nel magazzino e fare il suo comodo, è stata avvistata dalla vigilanza che ha dato l’allarme immediatamente ai carabinieri. A quel punto la banda ha capito che l’elemento sorpresa era andato in fumo come una Camel senza filtro e che i margini temporali per compiere il furto erano troppo ristretti: rapidissima la decisione di rinunciare al colpo e darsi alla fuga, appena in tempo per non farsi beccare. In pochi istanti i carabinieri erano sul posto, seguiti poco dopo da carri attrezzi e mezzi speciali per rimuovere i camion lasciati di traverso sulle strade. Indagini in corso, da parte dei militari della Compagnia di Desenzano. Stavolta è andata così, e non è la prima volta che un colpo ai Monopoli di Lonato fallisce per la prontezza dell’allarme: casi simili anche nel dicembre 2013 e poi nel 2017. ALTRE VOLTE però era andata bene ai malviventi. A una prima razzia (a memoria di cronista) avvenuta nel 2005, era seguito un maxi furto nel marzo 2007: rubate sigarette per un valore di 120 mila euro. Nel novembre di quello stesso anno, spaccata con un furgone e furto da 100 mila euro circa. Nel giugno 2013 altro blitz in grande stile per un bottino del valore di ben 300 mila euro. Ultimo colpo nel gennaio 2017, anche quello fallito per la prontezza della reazione. •

Valentino Rodolfi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1