CHIUDI
CHIUDI

10.05.2019

Esenta, fucilate contro la lupa

I lupi Diana e Ambrogio nel Cras «Monte Adone» di Sasso
I lupi Diana e Ambrogio nel Cras «Monte Adone» di Sasso

Il risultato dell’analisi effettuata sul Dna è atteso nelle prossime ore, ma ormai non sembrano esserci più dubbi sul fatto che il presunto cane lupo cecoslovacco recuperato nei giorni scorsi in una vasca di scolo della centrale idroelettrica di Esenta di Lonato è in realtà una femmina di lupo. Nel Centro recupero fauna selvatica «Monte Adone» di Sasso, nel Bolognese, che la ospita da qualche giorno, sono certi della sua appartenenza alla specie Canis lupus, e hanno fatto anche una spiacevole scoperta che conferma indirettamente la classificazione. Questi predatori selvatici vengono ancora presi a fucilate, e Diana - così l’hanno chiamata a Sasso - è stata in effetti centrata da un colpo di fucile che circa due mesi fa le aveva fratturato il gomito della zampa anteriore destra. Nel frattempo la lesione si è ricomposta, ma è lì a sottolineare il trattamento che questa specie particolarmente protetta da decenni continua a incontrare, neanche troppo di rado, nel nostro Paese. La ferita e la necessità di sopravvivere spiegano in parte anche le condizioni di forte stress in cui versava l’animale, ulteriormente spaventato dal volo nella vasca nella quale sarebbe annegato se non fossero intervenuti i vigili del fuoco e i tecnici dell’Ats di Brescia. Ora Diana, affidata dopo il recupero alla polizia provinciale di Brescia che l’ha poi trasportata al Cras bolognese, ha trovato una compagnia che la sta aiutando a ritrovare la tranquillità in attesa del suo ritorno in natura: fortemente gregaria come tutti i lupi, occupa lo stesso box in cui è stato ricoverato Ambrogio, un giovane maschio salvato come lei dall’annegamento alla fine di aprile ma nel Milanese, dopo essere finito nel Naviglio che parte dal corso del Ticino. •

P.BAL.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1