CHIUDI
CHIUDI

25.08.2019

Il dolore per Nicolò È morto per salvare la sua fidanzata

La scena del  tragico incidente sulla tangenziale di Verona
La scena del tragico incidente sulla tangenziale di Verona

Sono emersi alcuni particolari del tragico incidente che è costato la vita a Nicolò Baio. Il 26enne residente a Lonato ma originario di Castiglione, è deceduto venerdì in un pauroso incidente avvenuto lungo la strada regionale 62, vicino al casello di Verona Nord. IL RAGAZZO ha fatto letteralmente da scudo per proteggere la fidanzata che stava viaggiando con lui a bordo della Yamaha 600: un’azione che ha salvato la vita alla giovane, un ultimo gesto di amore da parte di Nicolò Baio per la sua ragazza. Sono intanto in rapido miglioramento le condizioni della 23enne, che si era fratturata una mano nell’impatto tra la moto e un autocarro ed è ricoverata all’ospedale di Borgo Trento a Verona. Quello per Nicolò Baio, 26enne aiuto cuoco, è un cordoglio che coinvolge più paesi: non solo Campagna di Lonato, dove abitava da qualche tempo, ma anche Castiglione delle Stiviere dove aveva vissuto con la famiglia, ora in attesa del via libera del magistrato per i funerali, dopo l’esame autoptico sul corpo del giovane. •

V.MOR.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1