CHIUDI
CHIUDI

03.04.2019

La stangata sull’Irpef infiamma il bilancio

Via libera dal Consiglio comunale al bilancio preventivo
Via libera dal Consiglio comunale al bilancio preventivo

È stato approvato con il voto favorevole della maggioranza di centrodestra, insieme al consigliere di minoranza Silvia Razzi il bilancio di previsione 2019 di Lonato. UN BILANCIO che sfiora i 30 milioni di euro e che vede l’incremento dell’addizionale Irpef che passa dallo 0,1 al 0,5 per cento, con l’incasso per il Comune sale da 200 mila euro a un milione. Le forze di opposizione (Movimento 5Stelle, Pd, Progetto Lonato e Ritrovo Lonato) hanno votato contro ritenendolo, con una dichiarazione congiunta letta da Paola Perini, «un bilancio di normale amministrazione che non prevede investimenti e nuove modalità per incrementare le entrate se non le multe, ma soprattutto prevede l’aumento delle tasse come l’Irpef, il consumo di suolo ai fini di riscuotere oneri di urbanizzazione e nessuna considerazione delle diverse fasce di reddito. Prendiamo atto a malincuore - incalza la minoranza - che l’Amministrazione predilige rivalersi sui redditi dei cittadini colpendo quindi le attività da lavoro, soprattutto dipendente, senza tutelare le fasce deboli». RESPINGE LE CRITICHE il sindaco Roberto Tardani: «Non si tratta di un aumento silenzioso, ma per fare opere per il paese. In questi anni abbiamo garantito un livello più che soddisfacente dei servizi nonostante i continui e pesanti tagli governativi, dovendo così utilizzare anche oneri di urbanizzazione per le spese correnti. Ora finalmente si può cambiare rotta». Il totale degli oneri di urbanizzazione è di circa un milione 700 mila euro, l’anno scorso erano un milione 800 mila e nel 2017 solo 900 mila. I nuovi bilanci sono segnati da una novità importante: una recente sentenza della Corte Costituzionale ha sbloccato gli avanzi di amministrazione, che possono quindi finanziare investimenti in conto capitale. Peccato che a Lonato però siano assenti. È attivo invece un mutuo di 950 mila euro che finanzierà l’ampliamento della scuola elementare del Marchesino: il cantiere partirà in estate. A bilancio per sanzioni e multe la previsione è di un milione e 350mila euro, ma l’importo va poi spalmato con Bedizzole e Calcinato, secondo i criteri stabiliti dalla convenzione. •

R.DAR.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1