CHIUDI
CHIUDI

23.07.2019

Sesso con minore A ottobre nuova udienza dal gip

Udienza fissata per il 30 ottobre
Udienza fissata per il 30 ottobre

Torneranno in aula il prossimo 30 ottobre per affrontare l’udienza preliminare del procedimento che li vede alla sbarra accusati di avere avuto rapporti sessuali con una minorenne. Per la procura di Brescia Darix Argentini, 51 anni di Castiglione delle Stiviere, e Sandro Perini, 45enne di Acquanegra (sempre nel Mantovano) tra il 2011 e il 2012 avrebbero consumato rapporti sessuali con una delle ragazze, quattordicenne al momento dei fatti contestati, che frequentavano la palestra di karate di Carmelo Cipriano, il 45enne di Lonato condannato in via definitiva a 9 anni e due mesi di carcere per una serie di abusi sessuali commessi tra il 2008 e il 2017 ai danni di alcune sue allieve. I DUE UOMINI erano stati rinviati a giudizio per violenza sessuale di gruppo, ma il processo a loro carico si era chiuso con l’ordinanza del tribunale di Brescia con cui si chiedeva al pm di riformulare il capo di imputazione dopo che lo stesso magistrato titolare dell’inchiesta aveva chiesto l’assoluzione dei due dal reato di violenza sessuale di gruppo perché la ragazza sarebbe stata in uno stato di costrizione così forte da non opporsi alle richieste dei due, e questo avrebbe convinto la coppia di adulti che la giovanissima fosse consenziente. Gli atti erano quindi tornati alla procura e la «partita» è ricominciata da capo. FISSATA per il 22 maggio invece l’udienza preliminare del quarto adulto coinvolto nel filone bresciano dell’inchiesta, il 33enne venezuelano Cesar Alberto Ortega . L’uomo, anni è da tempo irreperibile nonostante in internet continui a postare i propri messaggi Anche per lui, residente a Sirmione ma che da tempo avrebbe lasciato l’Italia per l’America latina, l’accusa è di avere avuto rapporti con una delle allieve. •

PA.CI.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1