CHIUDI
CHIUDI

27.05.2019

Viabilità e parcheggi, è il giorno del giudizio

La viabilità nel centro di Lonato è all’ordine del giorno del Consiglio
La viabilità nel centro di Lonato è all’ordine del giorno del Consiglio

Da un mese tiene banco come l’argomento più discusso in paese, ancor più del sequestro giudiziario della discarica del Traversino: è la «nuova viabilità» del centro di Lonato, che ha apportato cambiamenti sulla quotidianità della persone tra sensi unici, dischi orari e una segnaletica che non convince. Tutto questo sarà all’ordine del giorno del Consiglio comunale che si riunisce stasera alle 20, per tirare le somme dopo settimane di confronto sul tema. Un confronto aperto, che ha visto susseguirsi assemblee pubbliche convocate sia dall’amministrazione comunale, sia dai gruppi di minoranza. IL CONSIGLIO comunale sul nuovo piano viabilistico richiesto proprio dai consiglieri di opposizione Flavio Simbeni, Andrea Locantore, Daniela Carassai, Paola Perini e Rossella Magazza, che chiedono l’abrogazione dell’intero impianto del «piano viabilistico». Bocciatura quindi totale, da parte delle minoranze consiliari. In particolare si richiede la revoca del disco orario nelle zone dove è stato istituito in forza del «piano»: disco orario di due ore al parcheggio vicino all’oratorio in via Albertano da Brescia, di un’ora all’interno dell’area Ztl della Cittadella (la misura forse più contestata, il disco orario in Ztl) e davanti alla scuola media. E ancora: per via Barzoni all’ingresso del capoluogo, per chi arriva dal lago, la minoranza chiede il ripristino della sosta per carico e scarico e l’eliminazione del senso unico per il tratto dalla scuola media all’Itis «Cerebotani». Per la piazza del municipio le minoranze chiedono che venga revocato il divieto di uscita dalla parte nord, la rimozione della segnaletica verticale inserita a ridosso del monumento ai Caduti e la possibilità di parcheggiare sul retro per i motocicli. L’argomento è già stato discusso in assemblee pubbliche promosse sia dai gruppi di minoranza che dall’Amministrazione, con richieste di modifica che sono al vaglio dell’esecutivo dopo aver recepito le indicazioni date dai cittadini negli incontri. La minoranze, come detto bocciano in toto la nuova viabilità bollata come «fantasiosa e piena di disagi. Prima di modificare lo stato attuale dei parcheggi - attaccano - gli amministratori avrebbero dovuto predisporre un piano di sviluppo degli stessi. Ci riserviamo di presentare un piano alternativo nei prossimi mesi. Sarà parte integrante - garantiscono - della nostra proposta elettorale». •

Roberto Darra
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1