Luci per Francesca uccisa brutalmente un anno fa

Una foto di Francesca Fantoni
Una foto di Francesca Fantoni

Un silenzio che invoca giustizia. Così la comunità di Bedizzole ricorderà il 24 gennaio Francesca Fantoni, la 38enne uccisa un anno fa da Andrea Pavarini. L’iniziativa è promossa dall’assessorato alle Pari Opportunità che ha invitato tutti «a dedicare un silenzioso e affettuoso pensiero a Francesca». Al termine della messa si potrà accendere una candela sotto il porticato del Municipio. Francesca era sparita nel nulla il 24 gennaio dell’anno scorso. Dopo 24 ore di frenetiche ricerche il corpo senza vita della 38enne era stato trovato parco dei Bersaglieri. Al termine di un’indagine lampo i carabinieri arrestarono Andrea Pavarini, padre da pochi mesi al momento del delitto, ora accusato di omicidio volontario e violenza sessuale. Infatti dopo l'abuso, secondo la ricostruzione fatta dalla procura, l’omicida avrebbe colpito la vittima con calci e pugni prima di strangolare la vittima. A tradire Andrea Pavarini le immagini delle telecamere installate per le vie del paese. ALCUNE TRACCE di sangue di sangue erano state poi ritrovate sulla sua felpa e il 32enne ha finito per ammettere l'omicidio. In incidente probatorio, nel corso delle indagini preliminari, Pavarini è stato sottoposto a una perizia per valutare la sua capacità di intendere e di volere.

V.MOR.